Utente 321XXX
Gent.le Dottore, soffro da tempo di dolori soprattutto alla zona cervicale e lombare, più di recente a volte anche alle articolazioni. Escluse malattie reumatiche tipo spondiliti e connettiviti, un reumatologo mi ha diagnosticato fibromialgia, un altro iperalgesia centrale. Il primo mi ha trovata positiva ai tender point il secondo no, inoltre non soffro di particolare astenia, se non quando ho i dolori più forti, e di solito dormo abbastanza bene. Innanzitutto vorrei capire la vera differenza tra le due sindromi, se non sbaglio nessuna delle due è di tipo infiammatorio ma piuttosto di alterazione della percezione del dolore, quindi la vera differenza è solo di grado? Poi non capisco se si può essere negativi o positivi al test dei tender point a seconda del periodo o se uno dei due medici si è sbagliato.
Sono anche stata operata alcuni mesi fa di alluce valgo a un piede ma oltre ad un ripresa lenta, non mi sono liberata dei sintomi che avevo anche prima dell'operazione e che riguardano anche altre parti del piede oltre l'alluce: parte esterna e caviglia lato esterno, collo del piede, formicolio a tallone incavo del piede... Insomma una tortura che si accentua o attenua a seconda della scarpa (in ogni caso di tratta di scarpe comode a basse). È come se al minimo stimolo meccanico si scatenasse un'infiammazione di tutto il piede. A volte in misura minore anche nell'altro piede. Prima veniva attribuito ad uno scompenso prodotto dalla presenza dell'alluce valgo, ora cosa può essere? Può rientrare anche questo nei sintomi di fibromialgia o iperalgesia centrale? La ringrazio molto.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La sindrome fibromialgica si caratterizza per una serie di meccanismi fisiopatologici che ne determinano i diversi aspetti sintomatologici. L'iperalgesia centrale viene riconosciuta come la principale causa dell'amplificazione delle sensazioni riferite dai pazienti sofferenti di questa malattia. Purtroppo frequentemente anche l'astenia e il corredo dei sintomi somatici peggiora il quadro clinico rendendo spesso molto difficile l'intervento terapeutico che deve essere necessariamente mirato sulle condizioni della/o specifica/o paziente. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Dottore, la ringrazio. Tuttavia continua a non essermi del tutto chiara la differenza tra le due sindromi. In entrambi i casi mi è stato detto che a partire da disturbi, problemi reali, ho un'amplificazione della percezione del dolore.
Inoltre, come le dicevo, non capisco come possano due reumatologi essere arrivati a due diagnosi diverse e soprattutto se è possibile risultare una volta negativi un altra positivi al test dei tender point (può dipendere dalle condizioni fisiche del momento?).

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nei nuovi criteri diagnostici i tender point sono importanti ma non essenziali nella diagnosi di fibromialgia. Fibromialgia che può manifestarsi con caretteristiche diverse nei diversi pazienti. Probabilmente il collega intendeva differenziare una situazione di iperalgesia diffusa da una condizione con localizzazioni focali. Cordialità.
Mauro Granata