Utente 419XXX

Gentili dottori,
Vi scrivo per un problema relativo allo smaltimento di alcool. Non sono una bevitrice abituale, non bevo mai durante i pasti, solo occasionalmente a qualche festa o a casa di amici (nell'ultimo anno più o meno con una cadenza di una volta al mese). Non bevo molto e di solito quando bevo cerco di non mischiare, di bere a stomaco pieno, non bere troppo, bere tanta acqua. Ma se un tempo il mio corpo tollerava anche grandi quantità di superalcolici, nell'ultimo anno ogni volta che bevo anche solo del vino in quantità oltre il primo bicchiere vomito, anche il giorno seguente, nel quale sto sempre molto male e non riesco a fare nulla. L'ultima volta, a causa di 3 bicchieri di bianco, ho passato la mezza giornata seguente in bagno con dissenteria e vomito, mal di testa molto forte, tachicardia, sintomi della febbre, chiazze rosse sul viso. Potrebbe essere dovuto ad un'intolleranza, ad una particolare incapacità del mio organismo di smaltire l'alcool?

[#1] dopo  
Dr. Domenico Ponte

24% attività
4% attualità
8% socialità
FRANCOFONTE (SR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009

Gent.ma utente,
dal metabolismo dell'alcool viene liberata una sostanza tossica per il nostro cervello che si chiama acetaldeide, la quale, normalmente viene detossicata a livello epatico. La capacità detossicante epatica può essere condizionata negativamente da tanti fattori, non ultimo quelli alimentari.
Però, fortunatamente, ci sono anche alcune sostanze naturali che possono favorire l'azione "demolitrice" dell'acetaldeide da parte del fegato; in particolare segnalerei il gruppo di polifenoli contenuti in alta concentrazione in un estratto di foglie di Olivo



Dr. Domenico Ponte
Consulente della Nutrizione
docmimmo@gmail.com