Utente 155XXX
Buonasera,
Vorrei ricorrere a un intervento di mastoplastica additiva.
Oggi sono andata a fare l'ecografia mammaria bilaterale pre intervento. Ecografia ok ma il radiologo mi ha allarmato un pò dicendo che poi c'è rischio che gli esami di prevenzione per il tumore al seno (ecografia e mammografia) risulteranno poco precisi per via della presenza delle protesi con il rischio di non vedere una possibile forma tumorale. Mi ha detto che l'unico esame sarebbe la risonanza magnetica ma dopo i 45-50 anni (età in cui la mammografia dovrebbe essere fatta annualmente)una rm all'anno non è il caso. Mi ha sconsigliato quindi l'intervento di mastoplastica.
Mi potreste dare gentilmente informazioni in merito?
Ringrazio anticipatamente e con l'occasione porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sicuramente è più agevole sottoporsi a procedure diagnostiche in assenza di protesi. Tuttavia le donne con protesi possono sottoporsi a procedure diagnostiche come la mammografia senza problemi.

È consigliabile sottoporsi a una mammografia pre-operatoria e ad una mammografia un anno dopo la procedura di impianto per stabilire un riferimento.

L'unico accorgimento è quello di affidarsi ad un tecnico di radiologia addestrato a questo tipo di procedura avvertendolo SEMPRE di essere state sottoposte ad un intervento con impianto di protesi, sia per evitarne la rottura sia perchè è possibile rendere l'esame più attendibile (portando il tessuto mammario delicatamente "fuori" dell'impianto).

Mentre la Risonanza Magnetica viene utilizzata nei casi dubbi

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm



Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 155XXX

Buongiorno,
nella sua gentile descrizione mi ha detto che il tecnico di radiologia (per rendere l'esame più attendibile) dovrebbe portare il tessuto mammario delicatamente "fuori" dall'impianto.
Tale procedura deve essere fatta anche nel caso in cui la protesi venga inserita completamente sotto il muscolo?...oppure solo nel caso di una protesi inserita sotto la ghiandola?
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se la protesi è sottomuscolare ovviamente il problema non esiste anche se SEMPRE si deve avvertire il tecnico della presenza dell'impianto.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 155XXX

Ciò significa che la mammografia su un seno con protesi sottomuscolari è agevole allo stesso modo su un seno senza protesi?
La ringrazio per le Sue gentili risposte e la sua disponibilità e con l'occasione porgo cordiali saluti.