Utente 538XXX
Buongiorno,
vi vorrei chiedere un consulto con riferimento ad un dolore al seno sinistro.
Si tratta di un dolore tra il capezzolo e l'ascella, ma che non si irradia anche all'ascella, nè avverto linfonodi gonfi all'ascella. MI sembra anche che il seno sinistro sia più gonfio.

Ad agosto ho iniziato ad avvertire questo dolore, che aumenta nel periodo del ciclo.
A settembre, in questi giorni, con l'avvicinarsi del ciclo, ho iniziato di nuovo ad avere tale dolore (che si era ridotto in concomitanza con la scomparsa del ciclo ad agosto), per cui mi sono recata dalla mia ginecologa.
Dopo i controlli di routine, mi ha palpato il seno.
Al tatto ha sostenuto che fossero le ghiandole del seno: nel dubbio, mi ha eseguito anche un'ecografia per constatare l'eventuale presenza di cisti, ma l'ecografia non ne ha manifestate.

Per scrupolo, mi ha detto di tornare ad ottobre appena scomparirà il ciclo, perchè questi non erano i giorni ideali (mi verranno proprio in questi giorni).

Ho sempre avuto male al seno in concomitanza del ciclo, ma non così tanto e solo da una parte.

è da aprile che ho male al collo (linfonodi reattivi manifestati da una ecografia che ho fatto), con gola arrossata e cervicalgia. Sono risultati gli anticorpi alla mononucleosi Igg a 712 (Igm bassi), e mi è stato detto che probabilmente la cervicalgia èp conseguenza della mononucleosi.

Lei mi dirà: questo cosa c'entra? da aprile, accuso anche un dolore ad altezza della clavicola sinistra (che è lo stesso lato del dolore al seno), vorrà dire qualcosa?
Tale dolore il medico curante l'ha associato (insieme alla cervicalgia) alla mia malocclusione (la mandibola emette un clic a sinistra).
Ho fatto addirittura i raggi al rachide cervicale, e lo spazio tra le due vertebre non ricordo quali (è risultato ridotto).

è che ogni tanto mi sembra di avere male al petto, possono essere dolori posturali?

I linfonodi sono sempre stati reattivi, e non li ho mai avuti gonfi (salvo uno - sempre reattivo - sotto un dente del giudizio che devo togliere), secondo lei il dolore al seno può essere collegato?
E se l'ecografia non ha manifestato alcunchè, posso stare tranquilla? (ho 27 anni).
Temo che siano i linfonodi a essere infiammati nel seno....anche se sotto l'ascella nessun linfonodo è ingrossato.
è possibile che sotto il ciclo un seno (e no l'altro) faccia così male? Sto prendendo fortilase, dato dalla mia dott.ssa, ma ho difficoltà a deglutire le pastiglie e quindi le divido a metà (sono rivestite, secondo lei dovrei evitare di dividerle?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' impossibile a distanza aggiungere ulteriori contributi, ma da quanto scrive mi sento autorizzato a tranquillizzarla in attesa di una diagnosi.

Senz'altro anche il problema alla colonna cervicale potrebbe rappresentare una concausa della sintomatologia che ci descrive.


Legga ( e se ha dubbi ulteriori ci aggiorni)
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp
Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com