Utente 321XXX
Salve,
la settimana scorsa sono stata sottoposta in day hospital ad intervento chirurgico di quadrantectomia infero-interna dx per un nodulo sospetto. La settimana dopo l'infermiera durante la medicazione ha detto che tutto era nella norma, mi ha messo degli strip sulla ferita e consigliato di fare impacchi d'acqua tiepida per i coaguli di sangue. Dopo 3 gg inizia ad uscire del sangue dalla ferita, così il giorno dopo sono andata in ambulatorio per mostrare quello che stava accadendo, il chirurgo e l'infermiera hanno premuto il seno operato ed è uscito molto sangue, mi hanno detto di stare tranquilla, che è normale e che si trattava di un ematoma, c'è chi lo assorbe internamente e chi lo espelle. Mi hanno messo un drenaggio in garza (e nessun strip sulla ferita), ora sono passati 2 gg ed ho ancora del sangue che esce (non abbondantemente, la garza non è ancora inzuppata del tutto) e dei coaguli, domani ho un'altra medicazione. Preciso che a parte questo nodulo sospetto sono in ottima salute e abitualmente non prendo farmaci. Inoltre la settimana dopo l'intervento mi sentivo più energica, mentre ora passate 2 settimane ho dei momenti di stanchezza e sento il bisogno di stendermi per un po.
Vorrei avere un altro parere sul perchè l'ematoma è fuoriuscito dalla ferita piuttosto che riassorbirsi spontaneamente. Capita spesso? Può essere dipeso dal tipo di intervento o dalle mie condizioni di salute? Per quanto potrebbe durare la fuoriuscita ematica?
Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A distanza, senza una visita, credo sia impossibile aggiungere contributi a quanto fatto dal chirurgo.
Quanto descrive non deve affatto meravigliare. Si tratta di una situazione facilmente controllabile anche se impone un maggior numero di medicazioni.
In altre parole mi sembra che tutto stia procedendo regolarmente forse con un lieve ritardo sulla guarigione definitiva.

Mi stupisce che >>La settimana dopo l'infermiera durante la medicazione ha detto che tutto era nella norma, mi ha messo degli strip sulla ferita e consigliato di fare impacchi d'acqua tiepida per i coaguli di sangue>>

...vorrebbe dire che le medicazioni le esegue l'infermiera e non il chirurgo ?

Io ad esempio dopo appena una settimana dall'intervento non farei impacchi caldi sulla ferita, anche per ragioni di sterilità, ma ripeto a distanza non è possibile valutare correttamente quanto ci descrive.

Tanti saluti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com