Utente 254XXX
Buona sera,
Sono una ragazza di 30 anni appena compiuti.. Soffrendo di sindrome del vomito ciclico, ed essendo stagionale, quest estate ho "abusato " di plasil.. Nel senso che lo prendevo almeno una volta al giorno.. Quasi ogni giorno.. Soprattutto nell ultimo periodo.
Come prima cosa ho notato delle perdite lattiginose vaginali simili a candida ma inodori ma corpose, successivamente é passato dopo aver smesso per qualche giorno consecutivo di prendere plasil. Poi da un mese a questa parte, dormendo senza reggiseno ho trovato nel pigiama una macchiolina giallina/bianca/non particolarmente evidente.. Questa macchia bianca l ho trovata poi nel reggiseno qualche giorno dopo ed oggi una piccola gocciolina trasparente e mi sono accorta per caso.. Non prendo plasil da 1/2 giorni perché fortunatamente sto abbastanza bene. Da precisare che sono in ovulazione, cosa mi consiglia? Cosa può essere? Ho già già chiesto una visita da un senologo ed ecografia ma siccome l attesa è lunga volevo almeno un parere!!!! Grazie mille.. Ho una paura assurda!
Ps: a marzo ho fatto una visita dal ginecologo che mi ha assicurato che il mio seno era perfetto come dovrebbe essere alla mia etá.. Che succede ora allora? Che sia qualcosa di grave? :(

[#1] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Il Plasil è un farmaco che può aumentare la Prolattina, un ormone secreto dalla ghiandola ipofisi che determina la montata lattea dopo il parto e che può determinare secrezione lattiginosa dal seno quando si innalza al di fuori della gravidanza. La sospensione del farmaco dovrebbe far cessare la secrezione. Qualora continuasse può essere utile effettuare un esame del sangue per il dosaggio della Prolattina ed un' eventuale visita senologica. Niente di grave comunque.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#2] dopo  
Utente 254XXX

Se nn dovesse dipendere dalla prolattina e dal plasil, quali potrebbero essere le cause?
Il capezzolo sx mi fa prurito spesso e ho dei dolori sotto il seno, come delle fitte.. Ma credo dipenda dal reflusso esofageo...
Grazie per le risposte!

[#3] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
I sintomi che mi riferisce non indicano una patologia mammaria. Quanto alle cause della secrezione lattiginosa dal seno, sono quelle che determinano un aumento della Prolattina e possono essere molte e non ritengo di doverle elencare tutte. Il dosaggio dell'ormone è fondamentale per indicare ulteriori esami, in genere proposti dall'endocrinologo. Tenga conto che lo stress può essere causa di un aumento limitato nel tempo della Prolattina.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#4] dopo  
Utente 254XXX

Buona sera,
Oggi ho fatto l ecografia al seno come le dicevo, il medico mi ha subito chiesto di che colore erano le secrezioni e dopo averglielo detto, seccato mi ha chiesto perché ero andata a fare l ecografia dato che queste secrezioni sono normali...mah.. Ero un attimoa allibita del trattamento..
Comunque..tornando a noi, l esito mi sarà consegnato venerdì, lui comunque quasi a fine ecografia mi ha detto " non vedo nulla di rilevante" al che mi sono rincuorata.. Il 17 ho la visita dal senologo, nel caso sia tutto ok, mi consiglia di andare ugualmente oppure di chiedere al medico di base e fare l esame del sangue per la pro lattina? Nonostante il medico mi abbia detto questo sono ancora un po' preoccupata...

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive forse ci sta portando fuori strada perchè non credo che le caratteristiche delle secrezioni che descrive,pur potendo essere influenzate da uno stato iperprolattinemico (plasil o stress), abbiano le caratteristiche per essere ricondotte ad una iperprolattinemia, come responsabile della sintomatologia.

Mi scusi ma in questi casi occorre un po' di chiarezza.

Prima legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

e poi risponda : LA SECREZIONE è

*Spontanea o provocata (suppongo spontanea se trova tracce nel reggiseno) ?
* Abbondante o scarsa ?
* Monolaterale o bilaterale
* Monorifiziale o pluriorifiziale ? (se non è spontanea provi a provocare moooolto delicatamente la secrezione e verifichi se fuoriesce da un solo poro o da più pori).
* colore della secrezione

Dalle sue risposte si può anticipare il giudizio diagnostico, che comunque è necessario per una conferma, che sarà formulato con la visita senologica.

Intanto starei , da quanto scrive, assolutamente tranquilla.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 254XXX

Buonasera,
Semplicemente ogni tanto, tipo 2 volte la settimana da un mesetto trovo delle secrezioni nel reggiseno. Inizialmente sembravano incolori, ma mettendo all interno un pezzo di cotone, trovavo delle macchie "solide" bianche gialle. Generalmente un unica piccola macchiolina. Perdite minime. Provando a strizzare non esce assolutamente nulla perciò non le posso dire se esce da un solo poro.. Sicuramente posso dirle che esce da un solo seno..il seno non è mutato, non ho nessun disturbo a parte ora che in preciclo il seno sinistro mi fa male un po.
Non capisco perché il dottore di oggi abbia preso così sottogamba il mio problema dicendo che un ecografia alla mia età si fa solo per perdite ematiche.. Comunque ha detto che non ha visto nulla di significativo.. Speriamo che tra oggi e venerdì non cambi tutto.. Per ora sono leggermente più sollevata.
Ps non prendo la pillola, prendo ogni mattina pantorc per i reflussi e plasil all occorrenza. Effettive te ho appena finito la stagione e sto vivendo lo stress del ritorno a casa, diaciamo, del cambiamento..ho un ciclo regolare.. Dimenticavo, ho preso 1 settimana e mezzo di antibiotico per la bronchite.. Ho dovuto cambiare il primo perché mi faceva male.. Non so se può essere utile ma le spiego i miei ultimi mesi..
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Credo che abbia fornito parte delle informazioni che ci consentono di tranquillizzarla senz'altro.
Una delle caratteristiche delle secrezioni significative è la quantità abbondante, continua, spontanea. E non mi pare il caso suo da quanto scrive.

Non concordo ovviamente con l'affermazione dell'ecografista >>dicendo che un ecografia alla mia età si fa solo per perdite ematiche.>>

Su questo sito ne abbiamo di esperienze sulla secrezione "non ematica"

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/255545/Lettera-per-il-Dott-Catania

[non avevo tranquillizzato la paziente...mentre nel suo caso SI ]

Non provochi più le secrezioni e utilizzi dei dischetti (anche quelli per struccarsi) per monitorare nel tempo da sola .

Ci aggiorni se lo desidera .

Tanti saluti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 254XXX

Ho letto tutto.. Quindi da un ecografia alla fine non si capisce gran che comunque. Mi dispiace molto per la signora e spero che ora stia bene! No sicuramente nel mio caso non é ne abbondante ne continua, semplicemente si ripresenta ma come piccola gocciolina.. E non é affatto liquida ma consistente e ricorda il latte, anche se la macchiolina è sia bianca che gialla!
Il 17 dopo la visita dal senologo le scriverò senz'altro ! Grazie mille e buona notte :)

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sulle secrezioni quel che conta è se questa è significativa e meritevole di approfondimento oppure se non sia necessario procedere oltre.

La diagnosi è prevalentemente clinica (importante la visita) perché l'ecografia e la mammografia possono non rilevare in alcuni casi nulla. "Vede" meglio la Risonanza Magnetica con mezzo di contrast.

Le caratteristiche ( ci sono tumori che possono dare secrezioni NON ematiche)
delle sue secrezioni al momento non meritano di certo una Risonanza Magnetica.
La visita è più che sufficiente ritengo nel suo caso risolutiva.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 254XXX

Buon giorno ho appena ritirato l esame ecografico vi riporto quanto scritto :
Non evidenti aree sospette ne' lesioni focali.
Piani cutanei regolari.
:) sollevata aspetto la visita dal senologo il 17.

[#11] dopo  
Utente 254XXX

Buon giorno
Vi scrivo l esito del senologo:
Non nodularita patologiche alla palpazione a sede sottoareolare sinistra si evoca la fuoriuscita minima secrezione sierosa.
Si consiglia osservazione ed in caso di persistenza intervento di galattoforectomia selettiva in anestesia locale.

È necessario questo intervento? È una cosa grave o che può diventarlo ? :((

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Manca la diagnosi o una ipotesi di diagnosi.

Se si vuol fare una galattoforectomia selettiva vuol dire che è stato identificato un poro secernente.
Allora si tratta di una secrezione MONOPORICA, o almeno prevalente su altre.

Se sì farei intanto un esame citologico di questa secrezione prima di parlare di intervento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 254XXX

Loro all inizio volevano mettere il dietro nel vetrino poi si sono dette " ma no guarda.. È solo siero non serve!" E poi mi parlano di operazione.. Qualcosa non va in loro.. O in me?:)