Utente 327XXX
Salve
ho 37 anni, dopo la fine dell' allattamento ed ha seno sgonfio ho notato un cordone
ho fatto eco-mammografia e biospsia
oggi ho avuto il seguente referto
area ipoecogena contigue con microcalcificazioni neoplastiche (5CM)
carcinoma duttale infiltrante
grading G2
carcinoma in situ di tipo cribiforme
estensione : neoplasia infiltrante 50% del campione in esame presente in 3 su 3 frustoli
microcalcif assenti
B5
recettori per estrogeni 30%
recettori per progesterone 0%
KI 67 30%
c-erbB 1+
ora sono in attesa del consulto sul modo di procedere.
ho un bimbo piccolo e sono spaventata, ho visto che non è recettivo agli ormoni, cosa devo aspettarmi?
dall esame clinico e dalla eco i linfonodi sembrano indenni...ma ormai mi aspetto il peggio
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Allega non sufficienti elementi per una valutazione approfondita che si può fare solo dopo l'intervento e relativa stadiazione della malattia.

Non si faccia prendere dallo sconforto e invece di aspettare il giorno del consulto passivamente provi a leggere le esperienze di tante sue compagne
di avventura che l'aiuteranno senz'altro nell'attesa.

Provi a leggere con calma questa discussione e mi ringrazierò senz'altro.

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

Nel frattempo girerò questa richiesta di consulto e sono certo che sarà aiutata almeno a non affrontare da sola questa dolorosa esperienza, che restituirà al suo bimbo una mamma ancora più forte di prima.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 327XXX

La ringrazio gentilissimo Dott. Catania, ho anche tutti i referti in formato digitale accessibili mediante un link nel caso fossero utili lo posso inviare in forma privata ( non so come si fa però...!)

[#3] dopo  
Utente 327XXX

mi scusi dottore ma leggendo leggendo...con questi rusultati il mio carcinoma potrebbe essere un triplo negativo?
grazie

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
LEI NON HA UN TRIPLO NEGATIVO ! (^_________-^)

Legga con calma

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-risch

e ci saranno molte risposte alle sue domande.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 327XXX

...sono di nuovo qua a disturbarla, martedi ho appuntamento per il programma da seguire nel mio caso, intanto ho fatto rx torace ed eco epatica. avrò referti lunedi ma dalla eco epatica l' ecografista mi ha detto che c è un' area da approfondire con tac e contrasto vicino colecisti. Premesso che nel maggio 2011 ho fatto addome completo e non c era niente e che dalle analisi che ho fatto fino a novembre 2012 regolarmente per la gravidanza i valori epatici erano nella norma....può essere una metastasi???? è possibile passare da 0 a 100 in cosi poco tempo e con linfonodi ecograficamente ok???
grazie per la sua pazienza....

[#6] dopo  
Utente 327XXX

...sono di nuovo qua a disturbarla, martedi ho appuntamento per il programma da seguire nel mio caso, intanto ho fatto rx torace ed eco epatica. avrò referti lunedi ma dalla eco epatica l' ecografista mi ha detto che c è un' area da approfondire con tac e contrasto vicino colecisti. Premesso che nel maggio 2011 ho fatto addome completo e non c era niente e che dalle analisi che ho fatto fino a novembre 2012 regolarmente per la gravidanza i valori epatici erano nella norma....può essere una metastasi???? è possibile passare da 0 a 100 in cosi poco tempo e con linfonodi ecograficamente ok???
grazie per la sua pazienza....

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo, ma ovviamente la conferma l'avremo solo con l'esame.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 327XXX

grazie per la risposta, purtroppo sono veramente preoccupata e forse sbaglio cercando di documentarmi prima di avere delle risposte chiare. ho letto che è raro avere due tumori primari contemporaneamente ma non impossibile e inoltre la metastasi con formazione visibile che non sia un focolaio è un processo lento...ho visto che c è un tipo di carcinoma al seno metastatico già dalla sua insorgenza ma non ho capito se è la forma avanzata di un cancro scoperto tardi o un carcinoma che nasce già con questo potere immediato? mi sa che non mi sono spiegata e sto abusando della sua pazienza...se non mi risponde lo comprendo! grazie

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Come faccio a rassicurarla senza elementi nuovi ?

Non stia ad aspettare passivamente con la sua paura. L'avevo invitata per questa ragione a spostare il focus dal cancro...che probabilmente non c'è... alla cura della "paura della paura", malattia più grave della prima.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 327XXX

ha perfettamente ragione del resto sono sopravvisuta a qualcosa di peggio di un cancro che è la morte di mia figlia quindi ...forza e ccoraggio! grazie ancora

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi sono permesso di mettere in vetrina il suo caso (che brutto termine definire un dramma umano "caso" !) in questo blog

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/4016/Quando-il-virtuale-si-confronta-con-il-reale#18709

vedi commento 187

La mia è stata una "furbata" perché Lei con >>sono sopravvisuta a qualcosa di peggio di un cancro che è la morte di mia figlia>> mi ha letteralmente spiazzato !

Io sono pronto a tutte le intemperie emotive cui assisto come medico preparato a sostenere tutti i tipi di relazioni centrate sulle cattive notizie. Ma da padre non è possibile fare training per accettare e rispondere tecnicamente a >>sono sopravvissuta a qualcosa di peggio di un cancro che è la morte di mia figlia >>.

Confesso che sono spiazzato e poiché Lei non aggiunge dettagli ulteriori cui appigliarmi per tranquillizzarla, perché non li conosce, l'unica risposta che trovo è NON SAPREI COSA RISPONDERLE.

La solidarietà certo non può bastarle e la condivisione è impossibile perché io non ho perso una figlia. In casi come il suo, non mi sento affatto ridimensionato nel mio ruolo di medico, se posso aggiungere una sola cosa >>LE VOGLIAMO BENE>> e poco importa che Lei sia un utente ANONIMO, mentre il suo dolore tracima attraverso lo schermo e non può certo essere tradotto fedelmente dal suo mouse.

Mi scuso se non riesco a soddisfare le sue aspettative "tecniche" , ma di più non sono in grado di fare.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avevo scritto nelle repliche

>>Non stia ad aspettare passivamente con la sua paura. L'avevo invitata per questa ragione a spostare il focus dal cancro...che probabilmente non c'è... alla cura della "paura della paura", malattia più grave della prima. >>

>>che probabilmente non c'è>>

Il non c'è, era riferito alla sua "paura metastatica" (^___^)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 327XXX

ancora una volta la ringrazio delle sue parole. Dopo l' esperienza che ho vissuto appena a fine 2011 la notizia del cancro non mi ha spaventato in se e per se ma per quello che può comporate a chi mi circonda e prima tra tutti a mio marito ed al mio splendido bambino di appena un anno che hanno bisogno rispettivamente di una moglie e di una mamma nel pieno delle forze...e poi speriamo in bene, speriamo che la paura metastatica sia solo paura ...un abbraccio e grazie

[#14] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
ricambiato
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
err
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#16] dopo  
Utente 327XXX

buona sera, ho i referti di cui le parlavo, per quanto riguarda l' eco l unica nota riguarda il fegato dove il referto riporta: fegato nei limiti dimensionali nella norma, a struttura parenchimale finemente disomogeneo, recante tra i segg. V e VI formazione iso-ipoecogena di n.n.d. di circa 1,7*1,5 cm..il resto tutto ok
si consiglia integrazione mediante TC

per quanto riguarda rx torace tutto ok (non si apprezzano lesioni par....in fase attiva)..ed io che invece avevo le fitte alle spalle...
cmq riguardo al fegato ...cosa mi devo aspettare? (naturalmente farò TC)
grazie...

[#17] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non lo so.

Non c'è una conclusione diagnostica

>>fegato nei limiti dimensionali nella norma, a struttura parenchimale finemente disomogeneo, recante tra i segg. V e VI formazione iso-ipoecogena di n.n.d.>>

FORMAZIONE ISO-IPOECOGENA di NATURA DA DETERMINARE..

Non si può certo "determinarla" a distanza senza neanche la possibilità di consultare la documentazione strumentale.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Utente 327XXX

certo ha ragione non è possibile una determinazione a distanza senza la doc strumentale, io ho riportato il referto e chiedevo cosa ci si può aspettare in una paziente con carcinoma al seno (potrebbe essere una formazione benigna se sono fortunata, metastasi se sono sfortunata o addirittura niente....) magari se non avessi questa "qualifica" cioè di donna con cancro vi poteva essere già una definizione diagnostica con la eco ...cmq domani ho consulto in ospedale e poi l' aggiornerò.
grazie e buona serata

[#19] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La maggior parte di queste lesioni sono benigne e....c'erano già !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#20] dopo  
Utente 327XXX

Salve gentile Dott. Catania, l' aggiorno sulla mia situazione:
ieri ho avuto consulto con senologo per il mio carcinoma infiltrante multifocale G2 del QEE con calcificazioni, nel mio caso mi è stata proposta una mastectomia vista l' area da bonificare rispetto al mio seno (eventuale nipple sparing se esame retroareolare è negativo) con ricostruzione immediata (cmq ho consulto con chirurgo plastico) e analisi linfonodo sentinella estemporaneo all' esito del quale si deciderà se togliere i linfonodi ascellari...MA, vista la bella scoperta della macchia al fegato, tutto questo se la PET che farò lunedi avrà esito negativo. Inoltre mi hanno fissato app con oncologo dopo pet per valutare in ogni caso se sono necessarie terapie prima della operazione.
Naturalmente spero che la pet sia negativissima ...cmq Le volevo chiedere questo: nel caso in cui il L. Sentinella o i linfonodi sentinella sia positivo verranno tolti TUTTI i linfonodi giusto? o si procede con il primo livello? c è la possibilità di vedere prima i linfonodi intaccati??
grazie....
Dimenticavo....se non ci sono novità in tema di terapia prima dell' intervento questo dovrebbe avvenire i primi di gennaio...non è tardi???

[#21] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lo spero anche io. Ma sono frequentissimi casi in cui poi si tratta d'altro (angiomi ecc) che c'era già e che non hanno alcun significato patologico.

Sul linfonodo sentinella legga qui

http://www.senosalvo.com/terapia_chirurgica_intro.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#22] dopo  
Utente 327XXX

ho letto...ma nel mio caso, se non ho capito male, la tecnica del L. S. non è consigliata avendo cmq un' area da bonificare di 5 cm, anche se in realtà il nodulo più grande è di 2,2 cm cira e poi ci sono piccole aree contigue e le calcificazioni per un totale di 5 cm (misura del secondo ospedale - eco del primo ospedale 4,5*1,2 cm.. cmq penso varia da operatore ad operatore..)...cmq ho visto la possibilità di analizzare il linfonodo prima per evitare fretta e falsi ...ne parlerò con medici. grazie ancora. ps...gennaio è lontano come data????

[#23] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' lontano....sul piano psicologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#24] dopo  
Utente 327XXX

salve...sono di nuovo qua a rubarle tempo che già non ha..cmq nell' attesa dei nuovi esami riflettevo su i due consulti avuti: al primo ospedale della mia città si voleva procedere con quadrectomia e prelievo linfonodo (non analisi estemporanea visto che clinicamente non ci rientravo), al secondo ospedale parlano di mastectomia ecc ecc come le ho già detto. ora mi chiedo e volevo un suo parere come mai siano possibili due approcci cosi diversi?

[#25] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe chiederlo a loro (^____^)

Evidentemente i primi ritengono il suo tumore MONOFOCALE (o comunque limitato ad un quadrante) mentre i secondi lo ritengono MULTIFOCALE.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#26] dopo  
Utente 327XXX

eccomi qua con aggiornamenti e sempre più confusa: in questi giorni ho fatto dei controlli ed ho avuto appuntamento con oncologo. andando per ordine: a seguito della macchia al fegato ho fatto una pet che ha avuto il seguente referto: l' indagine evidenzia due aree di iperfissazione a livello del quadrante esterno della mammella dx (e ci siamo) e della porzione antero-caudale del lobo epatico destro (verosimilmente V seg). nei restanti distretti indgati non è stato evidenziato niente nemmeno nei linfonodi.
l' oncologo, che ho visto per la prima volta, mi ha quindi consigliato una biopsia al fegato al fine di qualificare la lesione, è stata eseguita ieri ed ora attendo i risultati. le mie domande ora sono tante, con buona pace del linfonodo sentinella...mi chiedo ma è possibile avere già un metastasi al fegato (solo una) di 14 mm senza che nemmeno una traccia ai linfonodi ci sia? avrà seguito la via ematica?...cmq spero proprio che sia (anche se mi parlavano di probabilità basse) un bel processo infiammatorio al fegato o altro del genere perchè altrimenti la prospettiva è una bella chemio e poi intervento al seno (cosi almeno mi è parso di capire).
grazie ancora per l' attenzione che vorrà darmi

[#27] dopo  
Utente 327XXX

aggiungo questo dato avuto oggi
CEA 0
Ca 15.3 pari ad 8
ancora niente per istologico al fegato.
dopo la macchia l' atteggiamento dei dottori è cambiato e sinceramente non è molto rassicurante, parlano che in caso di metastasi inzio "cure" che poi dovranno continuare perchè potrebbero comparire altre metastasi..mi chiedo cosa sarebbe successo se la macchia era inferiore al range e non risultava alla pet...mi operavano e poi radio e magari le metastasi c erano...mi scusi ma sono confusa e sinceramente agitata da prospettive che non mi parlano più di guarigione...
un caro saluto

[#28] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho risposto nel forum.

Aspetti a trarre conclusioni affrettate .

Io non avrei mai iniziato il discorso >>, parlano che in caso di metastasi inizio "cure" che poi dovranno continuare perchè potrebbero comparire altre metastasi>>

Io avrei detto le stesse cose IN MODO DIVERSO >>Ma anche se si trattasse di una metastasi epatica......è opportuno modificare la strategia terapeutica.........in.......................... per................ ecc ecc>>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#29] dopo  
Utente 327XXX

buon giorno, come sa la mia macchia alla fine si è rilevata una bella metastasi per fortuna unica e sola...mi dicevano che è una presentazione rara vista l' assenza di linfonodi positivi alla pet e comunque con gli indicatori tumorali praticamente assenti. le riporto i dati dell' istologico


Materiale inviato:
Biopsia epatica in ecoguida.
Descrizione macroscopica:
3 cilindretti di tessuto, il maggiore della lunghezza di cm 4; materiali pervenuti in formalina e fissati in toto.
( MD)
Diagnosi:
Parenchima epatico con architettura lobulare conservata ampiamente sostituito da proliferazione di
elementi neoplastici di media taglia a disposizione solido-alveolare caratterizzati da positività
immunoistochimica per CK CAM-5.2, CK7, E-Caderina Recettori ormonali per Estrgeno (positività
debole ed occasionale); negatività per NSE, Cromogranina, CerB-b2 Recettori Ormonali per
Progesterone; indice proliferativo Ki67 del 40% circa.
Il quadro istologico è compatibile con secondarismo da primitività mammaria.

____________
Notizie cliniche:
Recente diagnosi di carcinoma duttale della mammella dx.
Sospetto secondarismo epatico (PET ed Eco).
Materiale inviato:
Agoaspirato epatico in ecoguida (Thin Prep).
Diagnosi:
Ricca cellularità costituita da cellule tumorali maligne, epatociti regolari, residui cellulari necrotici ed
emazie.
T-62000

Alla luce di questi dati, sto aspettando il nuovo colloquio dove ormai credo mi verrà proposta la chemio (aggressiva) e poi dopo sei mesi sarò rivalutata per intervento.
Mi chiedo: come mai non operano prima e poi chemio (è il protocollo???)visto che ORA sono in buona salute (le mie analisi sono tutte ok) e visto che la resezione epatica ho letto sia possibile trattandosi di una sola metastasi? (da considerare che la lesione è facilmente raggiungibile e piccola). Inoltre la compatibilità dell' istologico con K mammario riportata, vale come assoluta, cioè non è possibile confondere, o si potrebbe trattare di un altro tumore primitivo? mi piacerebbe che anche qualche oncologo mi desse un parere sulla strategia di intervento nel mio caso. grazie

[#30] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tagliamo la testa al toro

In via del tutto eccezionale provi a contattare anche tramite mail il dr. Vito Barbieri iscritto a Medicitalia che lavora a Catanzaro e che gode anche della mia stima. E quindi faccia pure il mio nome.
Intanto provo a inviargli un messaggio.

https://www.medicitalia.it/vitobarbieri
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#31] dopo  
Utente 327XXX

grazie per la risposta. non ho trovato però la mail del dott. Barbieri. Cmq avevo ieri avevo già preso un app con oncologo dalle mie parti e le farò sapere.
Mi scusi se approfitto ma ho iniziato ad avere dolori al senon malato ed fitte alla ascelle e dopo la biopsia al fegato li sento di più e pure alla spalla...inoltre sento tensione al seno sano. Potrebbero essere fattori legati alla biopsia e per il seno sano tensione legata alla ovulazione?? il fatto che mi dura già da giorni....grazie

[#32] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se è bilaterale è evidente che non ci sia alcuna relazione con la malattia di base, ma è probabilmente di tipo funzionale.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#33] dopo  
Utente 327XXX

Gentile Dott. Catania sono di nuovo a disturbarla in questa sede per un consiglio..visto che l' ultima volta mi ha aiutato a decidere per il meglio! come sa sono in trattamento chemioterapico con taxolo e avastin. il trattamento ha avuto l esito sperato e sia il nodulo al seno che quello al fegato si sono ridotti tanto da far pensare alla resezione. Ora l' oncologa che mi segue ritiene che per il fegato sarebbe opportuno un intervento tradizionale per valutare dal vivo la presenza di micrometastasi occulte (ne dovrei avere una sola ora ridotta). il chirurgo che mi dovrebbe operare ritiene invece che si possa fare in laparoscopia... è inutile dire la mia preferenza per quest' ultimo intervento ma non posso nemmeno non pensarla come l' oncologa per evitare il peggio. Ora ho mille dubbi e domande: ho fatto tutti gli accertamenti (attendo solo una RM all' encefalo come integrazione per un artefatto tecnico della tac), qual è la probabilità di micrometastasi al fegato non rilevate? inoltre la laparoscopia non potrebbe garantire una adeguata visione di tutto il fegato senza sottopormi ad un intervento più traumatico??..e poi se ragioniamo cosi...potrebbero esserci micrometastasi da altre parti non viste..come vede sono in un mare di confusione. Ora l' oncologa dovrebbe sentire l' equipe dell' ospedale dove dovrei operarmi ma vorrei avere il suo parere che per me è stato fondamentale la volta precedente. grazie

[#34] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ammazzerei con le mie mani ! (^___^)

Tutto è possibile ed è impossibile prevedere quale delle ipotesi corrispondono alla realtà. Quindi anche dare consigli non è facile e la laparoscopia da una visione limitata e laparoscopica.

Quel che si può dire che quanto ci scrive mostra una OTTIMA RISPOSTA ALLE TERAPIE.

Perché non ce lo scrive sul forum . Lei non immagina quanto coraggio darebbe a tutti/e ????????

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#35] dopo  
Utente 327XXX

Ah ah....se mi uccide con le sue mani risolviamo il problema !!!!! Cm stavo aspettando a scriverlo sul forum perché volevo avere dati precisi sul mio iter e poi perché aspetto la RM. Lo farò promesso.