Utente 339XXX
Gentile dottore sono una donna di 40 anni con 2 figli di 4 e 7 anni che ho
allattato al seno per lungo tempo.Dietro consiglio del mio ginecologo ho
fatto la mia prima mammografia il cui responso è il seguente:"corpus
mammae a struttura prevalentemente fibroadiposa con residuo ghiandolare
tra i qE.
A sinistra nel qSE addensamento a margini irregolari di circa 1,5 cm con sottili strie iperense periferiche e microcalcificazioni
contigue,posteriormente a esso.Calcificazioni displasiche a
destra. Prolungamenti ascellari liberi a adenopatie.Non essendoci evidenza clinica,in assenza i esami precedenti si consiglia completamento con esame ecografico ed eventualmente consulto senologico. Da premettere che la mammografia è stata effettuata il giorno prima dell'arrivo del ciclo e il mio seno era particolarmente denso e dolente. La settimana successiva dopo la fine del ciclo effettuo l'ecografia ed il radiologo mi da il suddetto responso:struttura ghiandolare omogenea consona alla costituzione e età.Non formazioni noulari solide o a contenuto liquido,non linfoaenopatie ascellari,quadro clinico nella norma:Si consiglia controllo ecografico preventivo tra 12 mesi.
Ora a fronte di quanto detto cosa mi consiglia i fare? Grazie mille....

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>Ora a fronte di quanto detto cosa mi consiglia i fare?>>

Quanto consigliato cioè una integrazione diagnostica tramite ecografia ed eventualmente una agobiopsia ecoguidata.

Un approfondimento è necessario.

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Cioè intende ripetere l'ecografia tra 12 mesi?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tra 12 mesi ??? Le ho appena scritto >>Un approfondimento è necessario.>>>


SUBITO quindi...................... appena possibile !!!!

Non ho scritto che se ne deve preoccupare, ma che se ne deve OCCUPARE per un approfondimento.

Mi risponda se ha ben compreso !!!
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 339XXX

Ok dottore....ho capito che l'approfondimento è necessario ma avendo fatto da poco
l'ecografia e avendomi il radiologo in questione consigliatomi di ripetere l'eco ad un anno esseno tutto ok....come posso approfondire.....con una visita senologica?
Sa...a volte essere dall'altra parte non è molto semplice....
Ho fatto la mammografia e mi si chiede di fare un'ecografia,ho fatto l'ecografia e mi si dice i ripeterla ad un anno...io non capisco!!!

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Forse non mi sono spiegato bene . Ricominciamo dall'inizio.

1) Se l'esito della mammografia recita come nel suo caso

>>A sinistra nel qSE addensamento a margini irregolari di circa 1,5 cm con sottili strie iperense periferiche e microcalcificazioni contigue, posteriormente a esso>>

Anche io richiederei una integrazione diagnostica tramite ecografia.

2) Se l''ecografia

a) conferma quanto rilevato dalla mammografia allora richiederei anche una agobiopsia ecoguidata.

b) se l'ecografia non rileva nulla come nel suo caso in cui si consiglia un controllo a 12 mesi (sic ?????), Io invece nonostante la negatività dell'esame in considerazione del referto mammografico (=sospetto) non mi fermerei lì e richiederei precauzionalmente una Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Conclusioni : da quanto scrive e con i limiti del consulto a distanza probabilmente non c'è nulla, ma il referto mammografico non si può certo far finta che non esista.

Pertanto o richiede una visita senologica allegando gli esami eseguiti per una valutazione oppure ne parla con il suo curante per la richiesta dell'esame che Le ho consigliato. Gli stampi pure questa mia replica se la ritiene utile per convincerlo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com