Utente 235XXX
Buongiorno,
a seguito esame di screening a mia mamma, anni 51, sono state evidenziate delle calcificazioni al seno, che si sono volute approfondire con una biopsia. Ecco l'esito:
parenchima mammario con focolai di iperplasia a cellule colonnari, talora atipica, iperplasia lobulare atipica e microfocolai d icarcinoma lobulare in situ tipo classico.
Presenza di microcalcificazioni (1,2). B3.
Che significa? Ci dobbiamo preoccupare?
Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Preoccuparsi no certamente perché anche i focolai di carcinoma sono in situ e non invasivi.

Ma ci fornisce purtroppo scarsissimi dati per apportare un contributo corretto.
Cosa vi hanno proposto di fare ?

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 235XXX

Grazie. Purtroppo non sappiamo ancora il dà farsi.
Questo esame è stato eseguito con, ci hanno detto, una nuova tecnica di biopsia in una struttura diversa da quella che ci sta seguendo. Inizialmente non si voleva neppure eseguire perchè le calcificazioni non davano preoccupazioni, poi il senologo ha deciso di procedere per sicurezza. Ora che abbiamo ritirato l'esito, lo porteremo all'altro ospedale che ci sta seguendo. Mia mamma sarà richiamata e le spiegaranno come vogliono procedere. Le indicherò gli sviluppi.Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
D'accordo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com