Utente 345XXX
Buonasera, sono stata operata il 1 aprile per carcinoma QSM mammella dx, nodulo cm 1,8 C5 con ago aspirato; al QSE mammella sx nodulo cm 1,3 C3 ago aspirato.
Da referto istologico il nodulo sx è risultato assolutamente benigno, a dx il responso è il seguente:
Reperto macroscopico: frammento mammario mammella dx cm. 9,5x6,5x5 sormontato da lembo cutaneo di cm 6,5x2,5. Voluminosa neoformazione lardacea del diametro di cm 3,5, linfonodo sentinella di cm. 3, frammento fibroadiposo di cm. 6,5x1,4x1,5 comprendente 7 linfonodi, frammento fibroadiposo di cm 13x6,5x3 da cui si isolano n. 24 linfonodi di I e II livello, dal III livello si isolano 6 linfonodi.
Diagnosi. carcinoma duttale invasivo, multiplo della mammella, G3 con aspetti midollari, infiltrante fbroadenoma intracanalicolare contiguo. Non chiari aspetti di angioinvasione.
Cute, fascia e margini chirurgici di exeresi esenti da alterazioni di rilievo.
Linfonodo sentinella massivamente metastatico.
Metastasi in 1 linfonodo su 7 del tessuto adiposo perisentinella.
Frammento mammario da ampliamento, assenti proliferazioni neoplastiche.
Linfonodi di I e II livello (24) e linfonodi di III livello (6) esenti da localizzazioni metastatiche.
Recettori ormonali negativi.
Indice di proliferazione Ki 67 al 70%
Ricerca anticorpo anti-HER2: lieve e completa positività di membrana nel 10% delle cellule neoplastiche (score 2+).
Ho già consultato l'oncologo della struttura ospedaliera in cui sono stata operata e, stante anche gli ottimi risultati della TAC e della scintigrafia mi ha proposto una chemioterapia "preventiva" e poi la radioterapia, oltre a tutti gli esami di controllo.
Premesso che non ho ancora preso una decisione al riguardo, la mia domanda è: quanto è cattivo il mio carcinoma? Sono rimasta alquanto nel dubbio dopo la visita, perchè mi sono stati indicati fattori positivi ed eventualità negative. Io sono confusa più di prima...
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì verissimo. Ci sono alcuni parametri favorevoli ed altri sfavorevoli, ma proprio per questi ultimi è indicata una terapia adiuvante (G3, Ki 67 elevato, un solo linfonodo interessato....).

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/940-tumore-seno-chirurgia-fare.html

Non affronti da sola questo momento molto delicato. Oltre al cancro ,che non dovrebbe esserci più, c'è una seconda malattia, la più grave , cioè LA PAURA DELLA PAURA, da cui è più difficile guarire.

Provi in questi giorni e lo scrivo alla paziente così " razionale" a leggersi (purtroppo sono oltre 3000 commenti) questa discussione.

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-risch

Dopo di che intervenga per esprimere tutte le emozioni che le passano per la testa. La maggioranza di queste sono comuni a tutte.
Le garantisco che anche questa è TERAPIA e poi comprenderà quanto sia importante. E mi darà ragione.

Si presenti con un nome (se non se la sente va bene anche un nome non suo )

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com