Utente 346XXX
Stimatissimo dottore, il giorno 7/5/2014 mi è stato diagnosticato un carcinoma duttale infiltrante G2 al seno sinistro e ieri chirurgo ed oncologo mi hanno consigliato una mastectomia totale. Io e mio marito siamo in confusione perché il tutto è nato cinque mesi fa quando ho avvertito un dolore in aderenza al capezzolo del seno sinistro e, alla palpazione, ho sentito un nodulo. Dopo tre mesi mi sono rivolta al mio medico ed ho eseguito una mammografia ed un ago aspirato con una diagnosi C3 ed un intervento il 16/5 di asportazione, peraltro non completa, del nodulo per esame istologico oltre ad uno dei 4 fibroadenomi presenti da tempo. I medici mi tranquillizzavano dicendomi che avevo almeno il 70% di probabilità di esito negativo ed, invece, il 7/5 mi è stata comunicata la suddetta diagnosi e siamo passati da una probabilità di negatività ad una mastectomia. Preciso che sono buona produttrice di noduli e cisti tant'è che ho già avuto la rimozione di fibroadenomi al seno sx 30 anni fa, al dx 15 anni fa oltre ad ascella e cuoio capelluto; per familiarità ho avuto mio padre con tumore al polmone e contaminazione operatoria che mi fa temere per l'asportazione non totale del nodulo. Il chirurgo consiglia la mastectomia perchè ritiene che la radioterapia dopo quadrantectomia possa attivare i tre fibroadenomi rimasti. L'esame istologico dice: nodulectomia sottoaerolare ed equatoriale esterna mammella sx, parenchima cm.3x2,5x1 a taglio area nodulare grigiastra e dura a margini irregolari di cm.1,5x1; diagnosi: A) carcinoma duttale infiltrante nst G2 Elston (formazione tubuli 2, pleomorfismo nucleare 3, indice mitotico 2, score 7) con carcinoma duttale in situ G3 cribriforme e solido, presenza di invasione vascolare, non evidenza invasione perineurale, assenza di necrosi. Assetto recettori per estrogeni/progesterone e frazione proliferante Ki-67: ER positivo 100%, PR positivo 20%, Ki-67 positivo 15%, HER2=2.0, numero medio copie centrometro 1.5. Snomed T-04030 M-85003 e T-04030 M-90100. Ora il nostro grande dubbio è se procedere con la mastectomia consigliata e per i motivi suddetti o con una quadrantectomia centrale e rischio radioterapia dopo aver creduto e sperato in un semplice intervento ad esito negativo. Inutile dirle che passiamo notti insonni e giornate pensierose con cambiamento delle nostre vite. Grazie sin d'ora.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non è facile rispondere a distanza senza poter verificare le dimensioni della mammella in primis.

Le indicazioni per una mastectomia o una quadrantectomia ( una quadrantectomia centrale richiede maggior perizia ed esperienza di una mastectomia) sono ben standardizzate.

Provi a leggere

http://www.senosalvo.com/terapia_chirurgica_intro.htm

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com