Utente 693XXX
Buongiorno

ho 29 anni (alta 1.60 cm per 47 kg) e per circa 8 anni ha assunto la pillola Jasmin a causa di ovaie micropolicistiche e di un ciclo molto irregolare (saltava per mesi)..a causa di un nodulo al seno scoperto a novembre è dal mese di dicembre (ovvero 6 mesi) che ho sospeso l'assunzione della pillola su consiglio della mia senologa. Dopo aver effettuato agospirato con risultato C1 ed ecografia il nodulo è stato definito come mastopatia.

Riporto esito dell'esame citologico:

Con guida ecografica si esegue duplice prelievo citologico mediante agoaspirato di area di mammella sn al quadrante inferoesterno, sfumatamente ipoecogena, nel cui contesto è presente piccola cisti, clinicamente palpabile, come richiesto da precedente ecografia eseguita in data 13/11/13.

Il materiale prelevato viene inviato al Servizio di Anatomia Patologica.

DESCRIZIONE MICROSCOPICA:

Scarso materiale siero-ematico non inglobante elementi epiteliali

DIAGNOSI:

Campione non diagnostico (C1).


Dopo 4 mesi di sospensione il nodulo che inizialmente misurava 2,7 cm si è ridotto di circa un cm ed attualmente è di circa 1,5 cm.

La senologa mi ha quindi consigliato di rieffettuare un' ecografia il prossimo novembre e di continuare quindi a non assumere la pillola nel mentre in quanto teme trattarsi di un nodulo di origine ormonale.

Il problema è che sospendendola per 5 mesi non ho avuto il ciclo e solo poche settimane fa (quindi al quinto mese dalla sospensione) ho avuto per una settimana delle perditine molto scarse ma non un ciclo vero e proprio.

La mia ginecologa dice di avere le mani legate nel senso che con questo quadro è chiaro che io non ovulo e mi consiglia vivamente di assumere la pillola (perchè l'assenza di ciclo mi porterà problemi alle ossa) ma non potendolo fare per la questione del nodulo al seno dice di attendere fino luglio e vedere se per caso queste perditine avute poche settimane fa porteranno ad un ciclo vero e proprio il prossimo mese.

Gradirei avere un altro parere in merito alla situazione.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi scusi ma non riesco a dare risposte alla sua richiesta perché non c'è una diagnosi.

Mastopatia non è una diagnosi e l'esame citologico non è diagnostico perché C1 è il referto di INADEGUATO per assenza di materiale sufficiente a scopo diagnostico.

Per le ragioni che ci ha descritto proverei ad anticipare il controllo ecografico a giugno-luglio. Se confermasse la benignità dell'addensamento non vedo alcun problema per riprendere la pillola sino ad una stabilizzazione del quadro ginecologico.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 693XXX

Buongiorno dottore,la ringrazio.
Le riporto quanto descritto nell ultima ecografia eseguita a marzo dopo i cinque mesi di sospensione pillola :
Mammella ad ecostruttura disomogenea per fisiologica abbondante presenza di tessuto fibrodisplasico con placca palpabile al QIE di circa 1.5 cm nel cui contesto e' apprezzabile una millimetrica lacuna cistica già sede di agoaspirato.
Nel complesso non rilievi ecografici attualmente sospetti.
Controlli a giudizio clinico specialistico.

La stessa placca nell ecografia fatta a dicembre mentre ancora assumevo la pillola era di 2.5 cm e nel contesto erano apprezzabili alcune millimetriche lacune cistiche ed area ipotecogena di circa 1 cm ancora compatibile con il significato displasico già sede di agobiopsia.

Confrontando le due ecografie la senologa teme la pillola giochi un ruolo importante su questo nodulo ed ha definito il tutto come mastopatia.
Spero di essermi spiegata meglio.
Grazie ancora dottore .