Utente 356XXX
Gentile dottore le scrivo per avere un parere; circa un anno fa ho trovato nella zona dietro il capezzolo una ciste e contemporaneamente ho scoperto di essere incinta .
Ho fatto un ago aspirato e l’ esito era di una ciste epidermica ascessualizzata. Dopo aver partorito e deciso di non allatare (preso Dostinex subito dopo il parto) perché mi era stato detto che c’era il rischio di un ascesso, mi sono recata a fare un’ecografia di controllo e una mammografia visto che ho 36 anni e non l’avevo mai fatta.
Come ho riferito al medico che mi ha visitato, da quando ho partorito mi capita ogni tanto di trovare sul capezzolo(che tra l’altro è spaccato da quando ho allattato la mia prima figlia),una specie di patina che nemmeno puo’ dirsi secrezione,( vista la sua esigua quantità e sporadica presenza)ma che comunque all’olfatto ha cattivo odore. (Vorrei aggiungere, non so’ se è rilevante, che dopo la gravidanza ho scoperto di soffrire di ipertiroismo).
Secondo il medico, potrebbe trattarsi di secrezioni galattofore ; dall’ecografia e dalla mammografia non risulta esserci assolutamente niente di rilevante mi è stato pero’ consigliato di fare una risonanza magnetica con contrasto a completamento dell’esame per stare ulteriormente tranquilli e perché avendo un seno fibro ghiandolare c’erano zone che non si vedevano benissimo.
Secondo lei dottore, quale potrebbe essere la causa di questi episodi ?(formazione cisti epidermica e queste esigue perdite di consistenza lattigginosa)
C’è da preoccuparsi particolarmente, anche se l’ecografia e la mammografia non presentano anomalie?
La ringrazio anticipatamente e resto in attesa di suo riscontro
Cordiali saluti
F

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive credo che ogni preoccupazione in senso oncologico sia esagerata. Per la "pseudosecrezione" occorre la visita.

La Risonanza la tranquillizzerà definitivamente.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com