Utente 367XXX
Da una mammografia fatta 2 mesi fa sono risultate delle piccole calcificazioni sul seno sx. Ho fatto un esame composto da 4 agospirazioni che come risultato hanno dato "Campione con cellularità discretamente rappresentata e costituita da cellule duttali sfaldate in gruppi iperplastici o epiteliosici su sfondo con cellule stromali sfaldate in lembi."
Mi è stato consigliato da un Oncologo di togliere, con un piccolo intervento, queste calcificazioni in quanto, dall'agoaspirato, non sono state ben classificate, e poi fare un esame istologico.
Ieri, parlando con l'anestesista in previsione dell'intervento che avverrà a Gennaio, mi è stato detto che l'operazione comporta "UN'AMPIA RESEZIONE " del seno sx.
Sono preoccupata, in quanto pensavo ad un piccolo intervento.
Non essendo, questa calcificazione, stata classificata, è questa la giusta procedura che mi è stata consigliata?
Questa operazione comporta che mi venga tolto una parte del seno?
Grazie dell'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe trascrivere i referti di mammografia ed ecografia che hanno preceduto l'indicazione alla agobiopsia.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 367XXX

Grazie Dott., di seguito quanto richiesto

Mammografia
Corpi ghiandolari a completa componente iperdensa fibro-ghiandolare bilateralmente.
A sin si evidenziano tre aggregati di micro-calcificazioni irregolari uno in sede retroareolare, il secondo in sede mediana superiore ai piani profondi e il terzo al quadrante supero-esterno che meritano esame ecografico a completamento e videat senologico.

Ecografia:
Assenza di alterazioni a carico dei tessuti di rivestimento dei corpi mammari.
Mammelle ad ecostruttura fibroghiandolare.
Presenza di multlipe e bilaterali formazioni cistiche,del diametro compreso tra i 4,5 e i 35 mm, quest'ultima situata nel QSE di dx.
Assenza di noduli sospetti parenchimali bilateralmente.
Assenza di linfoadenomegalie ascellari bilateralmente.

Buona giornata


[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Forse sarebbe il caso per un approfondimento della natura delle microcalcificazioni procedere ad un approfondimento ISTOLOGICO tramite una microbiopsia con MAMMOTOME.

Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html

Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 367XXX

Buon giorno Dott:

Rispondo al suo messaggio ,in quanto ,il consiglio che lei mi pone, e' stato gia' effettuato..
in quanto hanno scritto agoaspirato, ma in realta ' sono stata con la mammella schiacciata ,sotto un macchinario , e con aghi guidati hanno prelevato quattro piccole parti dal seno .e la risposta e' quella che le ho scritto all'inizio per avere un suo parere.
Mi creda sono un po' preoccupata, ho cercato di parlare anche con il medico che dovra' effettuare l'intervento, ma non sono riuscita ancora nell'intento.
La ringrazio della sua disponibilita'.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non saprei che dirle perché il referto allegato sembra di un esame citologico e non istologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com