Utente 379XXX
Buongiorno,alcuni giorni fa mia madre ha eseguito una mammografia che ha rilevato un nodulo di circa1 cm al seno confermato da successiva ecografia. Lei sentiva invece un rigonfiamento sotto l'ascella definito dal medico una semplice infiammazione. Eseguiti altri accertamenti con pari diagnosi:nodulo al seno da togliere,problema all'ascella nulla di preoccupante. Eseguito ago aspirato a nodulo al seno, iniettato liquido per individuare linfonodo sentinella. Eseguita quindi una quadrantectomia con asportazione del nodulo, del linfonodo sentinella e del nodulo ascellare. Il risultato del primo esame estemporaneo indica nodulo seno sospetto con possibilità di tipo benigno,linfonodo sentinella negativo e nodulo ascellare che purtroppo si rivela carcinoma lobulare. Capisco bene che si tratta di un primo esito provvisorio ma mi chiedo: non si sarebbe potuto approfondire da prima l'esame del nodulo ascellare richiesto in ogni visita e in ogni controllo e sempre definito non preoccupante? Non si sarebbe potuto fare ago aspirato e linfonodo sentinella anche su quello? Il medico mi dice che esiste un solo linfonodo sentinella per seno, qualcuno mi potrebbe confermare ciò? Premetto che sono soddisfatto dell'intervento e del medico che lo ha eseguito ma rimango un po' perplesso sugli esami preparatori che hanno sempre sottovalutato il nodulo ascellare. Vi chiedo inoltre per favore un consiglio sugli ulteriori accertamenti da fare una volta superato il post operatorio e lo specialista a cui dovrei rivolgermi. Attendo un vostro consulto e ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>indica nodulo seno sospetto con possibilità di tipo benigno, linfonodo sentinella negativo e nodulo ascellare che purtroppo si rivela carcinoma lobulare. >>

Purtroppo pur rileggendo il suo post più volte non sono riuscito a comprendere
bene quanto Lei ha descritto e quindi cosa sia stato fatto e per quale ragione.

In ogni caso senza l'istologico definitivo (+ fattori prognostici) non credo sia possibile apportare il contributo che si aspetta.

Ci aggiorniamo e se lo desidera dovrebbe descrivere indicazioni all'intervento, intervento eseguito, esame istologico definitivo.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 379XXX

Buongiorno Dottore, mi scuso se sono stato poco chiaro, cerco di riassumere in breve. Mia madre ha subito una quadrantectomia al seno sinistro con asportazione di un nodulo sospetto di circa 10 mm, del linfonodo sentinella che in estemporanea è risultato negativo e di un nodulo di circa 15 mm sotto l'ascella che in estemporanea è risultato un carcinoma lobulare. La mia domanda, nell'attesa del risultato istologico, e' sapere se è vero che esiste un solo linfonodo sentinella per seno o se la ricerca dello stesso partendo dal nodulo ascellare (e non da quello al seno, come avvenuto) avrebbe potuto indicare un altro linfonodo sentinella? Chiedo inoltre cortesemente un suggerimento sui prossimi passi da fare, vista l'assenza di indicazioni da parte dell'ospedale. Grazie sentitamente.