Utente 102XXX
gentile dottore,dal 2011 presento una cisti nella regione mammaria dx,distante circa 10 cm dal capezzolo,a detta del dermatologo è una verosimile cisti sebacea.non mi arreca alcun tipo di dolore o prurito,al tatto sembra un pallino di qualche cm,direi semiduro,superficiale sottocutaneo,tanto da notarsi ad occhio nudo.Premetto che suddetta cisti all'origine ,2011,era di dimensione più grande e più arrossata,quasi infiammata,in seguito fino allo stato attuale si è rimpicciolita,il colore è diventato roseo naturale ,tanto da confondersi con la pelle circostante.Credo che la nascita della cisti sia dovuta ad un "incalorimento",in quanto anni addietro ,ricordo di aver ingerito, per una settimana intera , più di mezzo chilo di prosciutto crudo,in quel periodo notai infatti il forte rossore e la notevole dimensione della stessa cisti,ho cambiato percio regime dietetico,astenendomi da carni rosse e insaccati,la cisti si è ridimensionata nel giro di poco tempo ed il colore rosso infiammato si è del tutto defilato.Mesi fa mentre eseguivo una eco con MDC (ceus) per degli angiomi epatici,il medico ha passato l'ecografo anche sul mio petto,confermandomi che fosse CISTI,Le chiedo è sufficiente questo tipo di referto con CEUS per diagnosticare la benignita? Credo che il liquido di contrasto raggiungesse anche la regione mammaria ,non solo epatica o sbaglio?oppure occorre una mammografia sebbene sia maschio o ago aspirato?grazie mille p.s. gioca a mio favore che la cisti si protrae da circa 5anni?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avendo eseguita visi (+ ecografia ) per una cisti sebacea non farei assolutamente altro, in quanto i segni sono caratteristici e chiari.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com