Utente 335XXX
Salve gentili dottori, ho giá scritto in passato in merito alla situazione di mia madre e purtroppo ancora devo chiedere il vostro parere. Ricapitolo in breve la situazione : nel 2013 le fu diagnosticato un carcinoma in situ (dopo aver eseguito un mammotome). Ad aprile 2013 subì una quadrantectomia e in seguito eseguì un ciclo di 30 radio. L'oncologo che l'aveva in cura le disse che poteva ritenersi guarita, sebbene ci fosse la possibilità di recidiva per questo tipo di tumore. Così le propose di entrare in un progetto sperimentale a doppio cieco per evitare recidive. A luglio 2014 in seguito ad una mammografia il radiologo scrisse che si notava "persistenza della malattia" in quanto vedeva ancora le calcificazioni. Fu sottoposta ad una nuova operazione e il risultato dell'istologico stabilì che si trattava di "residui flogistici dovuti al primo intervento" e quindi ancora una volta ci dicono che è tutto ok. Poche settimane fa, luglio 2015, la nuova mammografia ha rilevate microcalcificazioni di tipo 4Gal a destra e di tipo 2Gal e 4Gal anche a sinistra. Il radiologo sospetta "espansione di malattia a destra e comparsa malattia a sinistra". Le ha prenotato una risonanza magnetica con contrasto. Ho letto su internet che le 4Gal sono maligne quindi ci stiamo preparando a sostenere una terza operazione e siamo stanche, 3 operazioni in tre anni quando doveva essere una cosa risolvibile in breve! Cosa dovremmo aspettarci? Le 4Gal sono necessariamente maligne? A destra potrebbero essere altri residui flogistici? È grave che siano comparse ora a sinistra queste microcalcificazioni? Ah un'altra cosa, ad aprile mamma ha eseguito una ecocolordoppler al seno e non era risultato niente, è una cosa positiva o non significa nulla per quanto riguarda il tumore ? Mi scuso per le troppe domande ma siamo davvero in ansia, in attesa di una risposta porgo cordiali saluti e ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non basta entrare in uno studio sperimentale per evitare le recidive e l'insorgenza di nuovi tumori.

Non basta fare controlli (= prevenzione SECONDARIA) se non si danno raccomandazioni chiare di PREVENZIONE PRIMARIA.

E questo vale anche per Lei che è la figlia di una madre che presenta questo tipo di lesione bilateralmente.

Legga

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 335XXX

Grazie dottore per la risposta e per i link da lei allegati, li farò leggere anche a mamma.
Noi non ci aspettavamo di essere totalmente protetti dalla cura solo che non ci aspettavamo neanche tre operazioni in tre anni e siamo preoccupate. Mi scusi se faccio ancora domande, ma è possibile che dalla ecocolordoppler non sia uscito nulla ? La risonanza risolverebbe ogni dubbio ?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Legga

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 335XXX

Grazie per la risposta dottore. Mia madre oggi ha fatto la risonanza, dovremmo ricevere i risultati entro lunedì. Spero di avere buone notizie, la terrò aggiornata se non le dispiace! Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 335XXX

Dottore le allego risultati risonanza magnetica
"Destra: presenza di un'area adiposa cicatriziale sul cui margine postero-laterale si apprezza un debole enhancement; la curva di captazione a tale livello è tuttavia ripida del tipo 3 come da sospetta recidiva anche se non sovrapponibile al decorso delle microcalcificazioni descritte (mx del 6/7/15)

Sinistra: si apprezza debole enhancement con aspetto puntiforme la cui dimensione non consente la valutazione dell'uptake. Non evidenza di linfoadenopatie ascellari e/o della mammaria interna.
Si rimanda pertanto alla classificazione di rischio mammografico per il giudizio di opportunitá per la microbiopsia VABB , che rimane meglio indicata per il quadro mammo/RM"
Quando li abbiamo ritirati il radiologo non c'era, puó darci delucidazioni?

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' richiesta una microbiopsia
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com