Utente 380XXX
Buongiorno riporto di seguito risultato esame istologico, premetto che ho subito una mastectomia bilaterale per asportazione di tumore, essendo brca1 modificata.
Carcinoma duttale infiltrante nos G3 con aree di metaplasia squamosa diametro mm 13q.s.e.
Invasione vascolare ematica linfatica peritumorale presente.
Distanza minima tumore-margine aureolare maggiore mm10. Nessuna proliferazione neoplasica nei linfonodi ascellari in esame.
Tnm 2010: pt1c pn0 (i-) (sn)
Parametri biologici
Era negativo per negativo ki67 30% fish asßenza di amplificazione.
Mi propongono trattamento con antracicicline e taxani.
Come devo considerare questo quadro clinico e soprattutto il fatto che ci sono infiltrazioni? Un cordiale saluto
Chiara

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il trattamento adiuvante è stato proposto proprio precauzionalmente per la presenza di alcuni fattori sfavorevoli.

Il mio approccio a questi fattori è però differente e quindi non si aspetti che stia lì a "pesarli" con il bilancino. (^__^)

Legga perchè

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 380XXX

Buongiorno, precauzionalmente intende che adesso non sono più malata (scintigrafia e ecografia permettendo) e che le terapie servono per la sicurezza del mio futuro?
Quali sono i fattori sfavorevoli?
E quanto sono sfavorevoli?
Rischio seriamente metastasi a breve a causa delle infiltrazioni?
Grazie ancora
Chiara