Utente 386XXX
Salve Dottore, a scriverLe questa e-mail sono la mia ansia e la mia ipocondria che non mi lasciano vivere. Ho quasi 28 anni ed ho due figli di 3 e 7 anni. Domenica scorsa toccandomi il seno (lo faccio spesso date le mie paranoie) ho sentito un "cordoncino" che al tatto faceva un po male, cosi lunedi pomeriggio sono andata in ospedale per un'ecografia alle mammelle. Il medico ha detto che è una vena e che non ha mai visto niente del genere (??) e quando ho mostrato il referto alla mia dottoressa ed ai medici di base dei miei genitori, anch'essi hanno detto che era la prima volta che si trovavano davanti ad una cosa così ma di stare tranquilla perché non è niente, che al massimo sarà una vena gonfia che si risolverà da sola. Se cosi fosse, con l'eco il medico avrebbe dovuto vedere il flusso credo, ma cosi non è stato. Inoltre oggi (mercoledi) mi sembra di sentire un secondo cordoncino piu sottile e non doloroso che forma una V con il primo. Anche se in famiglia non ci sono mai stati casi di tumore, io tranquilla non ci so stare.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ne sono sicuro perchè ovviamente dovrei visitarla per una conferma.

Ma probabilmente si tratta di una "Sindrome di Mondor" che nulla ha a che vedere con la patologia tumorale e mi stupisco che non se ne conosca l'esistenza.

Il flusso "non si vede" perchè si tratta di una tromboflebite della vena toraco-epigastrica

Legga alcuni consulti analoghi

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/312243-malattia_di_mondor_seno_mi_dicono_tutti_di_non_far_nulla_possibile.html


https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/394021-sindrome_di_mondor.html

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/322143-sindrome_di_mondor.html

Non tenga conto del fatto che in alcuni casi poi si scopre la presenza di un tumore : nel suo caso l'ecografia dimostra che non è così.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Grazie mille per la sua tempestiva risposta. Nel frattempo, presa dall'ansia, ieri pomeriggio sono stata da un senologo che mi ha rifatto l'eco e mi ha detto infatti che si tratta di una debole variante della sindrome di Mondor e che devo solo aspettare che sparisca. Per il resto nulla da segnalare. Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com