Utente 405XXX
Buongiorno, vorrei chiedere un parere medico riguardo a una questione piuttosto particolare. Mia figlia, di circa 20 anni, pratica da diversi anni (4-5) arti marziali, e in particolare si concentra sulla lotta a terra, un gruppo di discipline che prevedono uno stretto contatto fisico. Un esempio è il Brazilian Ju Jitsu (lei fa quello, per quello che ne capisco io).
Ciò che mi preoccupa è che questo sport prevede che l'atleta "schiacci" con il proprio peso l'avversario, che risponderà con determinati movimenti per liberarsi. In tutto questo si crea un forte stress meccanico, ovviamente anche a livello del seno; il mio dubbio, e anche il motivo per cui scrivo, è che tutti questi "microtraumi" a livello tissutale possano, con il tempo, portare a problemi di qualche sorta. Penso in primo al fattore di rischio oncogenico visto che in famiglia abbiamo avuto casi di carcinoma mammario, e quindi temo che esista già una possibile predisposizione. So che sembra assurdo, ma il "fattore di rischio cumulativo" di anni e anni, nel caso decidesse di continuare a lungo, mi spaventa non poco.
Vorrei precisare ancora un paio di cose: non sto parlando di colpi o traumi diretti, ma di continuo "sfregamento" o comunque contatto fisico con alta intensità (se ha idea del tipo di sport o ha guardato il video capirà certamente di cosa parlo). Esistono protezioni, una sorta di "paraseno" di plastica, ma mia figlia lo trova scomodo e lo usa poco, e comunque non risolve certo il problema, essendo rigido. Fra l'altro lei si allena molto, quindi parliamo di parecchie ore a settimana, almeno sette o otto.
Non ho nulla contro la sua scelta di praticare questo sport, sono solo una madre preoccupata, forse per nulla. Premetto che non esistono statistiche o studi clinici a riguardo, o se ci sono non li ho trovati; gradirei un parere da un professionista, anche se, come ho detto, i dati su cui basarsi sono praticamente inesistenti. La ringrazio in anticipo, può sembrare una paranoia assurda ma io sono davvero molto preoccupata.
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lasci in pace sua figlia perchè non corre alcun rischio in senso oncologico (^___^), anzi a causa della costante attività fisica sta già facendo PREVENZIONE PRIMARIA. I traumi non sono catalogabili tra i fattori di rischio per il tumore del seno.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com