Utente 408XXX
Buona sera Dott. Catania, leggevo spesso (in tempi per me ancora sereni) le Sue risposte in quanto , per storia famigliare, interessata all'argomento "tumore al seno". Purtroppo oggi sono a chiedere un consulto per me:
47 anni, sono stata operata in Ieo da una settimana per ca mammario sx lobulare pleoformo di cm.1,7. E' stata eseguita mastectomia nipple sparing con ricostruzione immediata (esito eccellente, che gran regalo per le donne queste nuove tecniche chirurgiche.)
L'istologico e' il seguente: mammella 20*8*3 con una neoplasia parenchimale del qi inferointerno di cm 1,7 asse maggiore. Diagnosi istopatologiica intraoperatoria : tessuto retroareolare di 0,6 cm asse maggiore esente da neoplasia, due linfonodi sentinella (il maggiore di cm.2) esente da metastasi, un linfonodo di primo livello di 1 cm . esente da metastasi.
trattasi di carcinoma lobulare pleomorfo, scarsamente differenziato, standing pt1c pN0 , granding G3, positivita' a estrogeni 95%, a progesterone 95%, assenza di positivita' a Her "2.
Come mai non viene citata l'invasione vascolare ? Ho chiesto al chirurgo che mi ha operato e mi ha detto che se non viene citata non c'e' (???)
Sono ancora in attesa del piano terapeutico che ovviamente prevedera' terapia ormonale e forse chemio. Domani me lo comunicheranno.
Volevo un suo parere circa la prognosi sulla base dei dati di cui sopra. Potro' guarire? Ho letto che il lobulare recidiva spesso sul seno controlaterale...io ho gia' detto voglio togliere tutto ma non sembra un'opzione che vogliano considerare.
Altro quesito per me molto importante, Lei , in un caso come questo, farebbe chemio?
Confido vivamente in una Sua risposta e Le porgo i miei piu' cordiali saluti, ringraziandoLa per l'umanita', la chiarezza e l'empatia che dimostra in tutte le Sue risposte

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non è menzionata l'invasione vascolare è perchè assente.

Gran parte dei fattori prognostici allegati sono favorevoli e (si stabilisce la eventuale terapia adiuvante dopo un incontro vis a vis nel corso del quale si illustrano vantaggi e svantaggi della chemio) se Le verrà proposta solo in ragione della sua giovane età e G3.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/940-tumore-seno-chirurgia-fare.html

Stia tranquilla per il seno controlaterale (lasci perdere Internet), a condizione di eseguire oltre ai controlli periodici (=Prevenzione Secondaria) anche le regole di base della Prevenzione Primaria

Legga
Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/news/oncologia-medica/5739-franco-berrino-nuovo-libro-cibo-uomo.html
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html
Verissimo che il rischio zero non esiste, ma lo si può ridurre di molto.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 408XXX

Non ho parole per ringraziarLa per la sollecita risposta. Mi hanno proposto di entrare in uno studio Ieo che prevede 8 somministrazioni di Caelyx (una ogni 15 giorni) oltre alla terapia ormonale con soppressione ovarica e examestane per 5 anni. Questo me l'ha comunicato ieri la dottoressa che mi ha operato dicendo che , secondo lei , e' la terapia migliore per il mio caso. Prossima settimana vedro' l'oncologa in Ieo che mi proporra' anche altre opzioni chemioterapiche , ma ho deciso che accettero' di entrare in questo studio. (le confesso che il fatto che non si perdano i capelli con questo farmaco mi consola molto) Avrei immenso piacere di avere una Sua opinione sul Caelyx. Dimenticavo il mio ki67 e' 31 (bello alto vero?) . Ero gia' semivegerariana , corro 3 ore a settimana e da quando ho scoperto il tumore ho eliminato completamente carni, latticini e farine raffinate .
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

>> Mi hanno proposto di entrare in uno studio Ieo che prevede 8 somministrazioni di Caelyx (una ogni 15 giorni) oltre alla terapia ormonale con soppressione ovarica e examestane per 5 anni. >>

Ottima "copertura" sia per i parametri sfavorevoli (G3 e non aveva citato prima l'indice di proliferazione che è 31 ), mentre tutto il resto (terapia "antiormonale ") serve anche per ridurre l'incidenza di recidive e nuovi tumori ormonoresponsivi.

Caelyx : che cosa è la DOXORUBICINA LIPOSOMIALE ?
è un antibiotico ad azione antitumorale appartenente alla classe delle antracicline.

Nella doxorubicina liposomiale, le molecole del farmaco sono ‘incapsulate’ in particelle grasse dette liposomi. In questo modo il farmaco può restare in circolo e attaccare le cellule neoplastiche senza provocare troppi danni al tessuto sano e con minori effetti collaterali a livello del cuore e dell’intestino.

Tanti saluti ....e AUGURI (^__^)

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 408XXX

Grazie Dott. Catania, dopo le Sue risposte affrontero' questo difficile percorso molto piu' serenamente.

[#5] dopo  
Utente 408XXX

Gent. Dott. Catania ho ancora un quesito da porle (le confesso sono letteralmente terrorizzata dall'eventualita' di recidive e metastasi nei prossimi anni) : il fatto che sia la variante pleomorfa del lobulare e' un'ulteriore fattore prognostico sfavorevole o l'aggressivita' e' interamente espressa nel granding e nel ki67?
Con questi parametri si puo' considerare un k a prognosi infausta?
Grazie ancora, poi non La disturbero' ulteriormente!

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho già risposto (vedi prima replica) :

>>Gran parte dei fattori prognostici allegati sono favorevoli ......>>
e pertanto la conclusione prognostica suggerisce un cauto

O T T I M I S M O !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

e la smetta ( ^_____^) di rastrellare informazioni ansiogene sulla rete sui fattori prognostici.

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Il cancro è curabile, la seconda malattia che si accompagna al cancro, LA PAURA DEL CANCRO, è meno curabile.........
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com