Utente 343XXX
Ho una figlia di 36 anni che ha partorito lo scorso novembre la sua prima bambina. Ha allattato finora regolarmente al seno, anche se spesso sono comparsi per lei dolori soprattutto ai capezzoli, trattati positivamente con olii lenitivi, e per la bambina disfunzioni legate a reflusso gastrico che molto frequentemente hanno comportato (e tuttora continuano) vomito ripetuto. Da qualche settimana, tuttavia, sono comparse fitte lancinanti e penetranti ad una mammella: tali fitte, che coinvolgono anche il capezzolo, si fanno sentire fino in profondità come lame. Tutti i professionisti fin qui consultati (dal medico generico alla pediatra, fino al personale del consultorio e dei reparti di neonatologia e di ginecologia dell'ospedale) hanno escluso che si tratti di mastite o di candida o di mughetto. Queste ultime vengono escluse perché non vi sono evidenze di tali patologie sulla bambina. La situazione si è via via fatta più pesante, al punto che mia figlia sta pensando di interrompere l'allattamento, visto anche che, nel frattempo, ha iniziato lo svezzamento. Quello che chiediamo è che almeno, pur in assenza di una diagnosi precisa, venga indicato un farmaco che allevi il dolore permettendo a mia figlia di portare a termine l'allattamento secondo le cadenze prestabilite. Un cordiale ringraziamento per l'attenzione che si vorrà prestare alla presente richiesta.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace molto non potervi aiutare nel suo caso specifico in assenza di una diagnosi che può essere formulata solo a seguito di una visita. In assenza della quale è tra l'altro vietatissimo consigliare rimedi a distanza.

Mi dispiace ancora
Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com