Utente 331XXX
Gentile Dottore,
è da giorni che sono molto preoccupata. Giorni fa ho avvertito improvvisamente un fore dolore al seno sinistro, il giorno dopo la parte esterna si è arrossata e indurita. Mi sono rivolta alla mia senologa che mi ha prescritto una cura a base di Bentelan fiale e augmentin per una settimana. L'infiammazione e il dolore è sparito , ma è rimasto un nodulo che ad un primo controllo ecografico era di 25mm ,ho fatto dopo cinque giorni una mammografia e un'altra ecografia con questo referto:
Si rileva seno ad opacità disomogenea per la presenza di segni di involuzione adiposa del parenchima.
Nei due lati, per quanto possibile valutare,non si identificano lesioni focali con caratteri di invasività nè microcalcificazioni sospette.
In particolare non sono apprezzabili significative alterazioni focali nè aree distorsive nella sede del reperto clinico.
E' stata effettuata un'ecografia mirata sulla tumefazione clinicamente evidente nel QIE del seno sinistro che ha evidenziato la presenza di una formazione nodulare ipoecogena disomogenea,con areole fluide nel contesto, di circa 11x8mm (significativamente ridotta rispetto al precedente esame ecografico) ,sprovvisto di segnali intralesionali al colordoppler, e con score 3 all'elastosonografia.
La senologa mi ha prescritto un'ago aspirato che effettuerò la prossima settimana, ma io sono letteralmente in'ansia....è la procedura giusta? E' possibile che sia un carcinoma? La ringrazio in anticipo per la gentile risposta
Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' correttissima l'indicazione precauzionale in relazione anche alla sua età di un'agobiopsia ecoguidata.

Il fatto che sia regredita la componente flogistica fa ben sperare ma in questi casi l'approfondimento è irrinunciabile

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com