Utente 457XXX
Buongiorno,
A fine marzo a seguito di mammmografia di controllo e successivo ago aspirato mi è stato diagnosticato carcinoma mammario sx (c5) di circa 1cm, diagnosi confermata da rmm 'nella regione equatoriale esterna delle mammella sx si apprezza area focale di intenso disomogeneo e precoce enhancement di tipo mass-like (curva di tipo 2) a morfologia gtossolanamente ovalare e con alcune spiculature marcinali,con diametro di 10mm,corrispondenre al noto processo produttivo'.A due mesi dalla mammografia vengo operata,mastectomia bilaterale x positività al brca2.Dopo ulteriori due mesi arriva finalmente l'esame istologico che descrive una situazione completamente diversa: "carcinoma duttale infiltrante,bifocale, di cm 0,3 e cm 3,moderatamente differenziato,g2 e con talune figure di invasione angiolinfatica.Si associa ricca componente intraduttale di tipo solido e con necrosi,g2-3.Parenchima a diatanza con focolai multipli di carcinoma intraduttale,prevalentemente solido g2,occasionalmente microinvasivo e con cancerizzazione dei lobuli che giungono sui margini di resezione chirurgica.Fascia indenne.Recettore ER PRESENTE 95%,PGR nel 75%,Fattore di proliferazione Ki-67 (mib-1) presente nel 12%,Her-2 score 1+ presente in più del 10% delle cellule.Linfonodi 4 esenti".Cone mai la diagnostica per immagini non ha rilevato i 3cm ma solo una dimensione più piccola?Cosa devo aspettarmi dal futuro e quali terapie dovrò affrontare?Il consulto oncologico è fissato tra una settimana.Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Occorre un volume e forse non basterebbe per correggere alcuni suoi pregiudizi su questa malattia derivati probabilmente da una esplorazione senza guida di informazioni sulla rete.

Riguardo alla prognosi quanto allega non puo' che suggerire un CAUTO OTTIMISMO anche perche' ha subito una mastectomia bilaterale che non azzera il rischio, ma lo riduce significativamente.

Ma la sua richiesta impone tante considerazioni che non possono essere esaurite con una sola replica.

Ad esempio Un tumore insorto prima dei 50 anni vuol dire che non si può pensare che il primitivo tumore sia stato provocato dall'invecchiamento delle cellule, ma da cause verosimilmente genetiche. Noi con l'intervento rimuoviamo il tumore, ma non le cause che continuano ad agire.

Le suggerisco un differente approccio alla malattia, perché di cancro si guarisce, ma è più difficile guarire dalla seconda e più grave malattia che si accompagna ad esso : la paura del cancro !

Di questo ci occupiamo da anni nel mio blog RAGAZZE FUORI di SENO,
https://www.medicitalia.it/news/senologia/6986-blogterapia-ragazze-fuoridiseno-rfs-bilancio-anniversario.html

in cui e' possibile correggere molti dei suoi pregiudizi su ereditarieta', prevenzione, e soprattutto PAURE e DARE SEMPRE SPERANZA

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Se lo desidera (si presenti con un nome, anche fasullo) e dica pure che l'ho invitata io, cosi' puo' saltare tutti i preamboli ed entri nel nostro blog delle RAGAZZE FUORI DI SENO e Le prometto che affronteremo ad una ad una le sue paure residue.
RIASSUMA LA STORIA ( VA BENE IL COPIA INCOLLA DI QUESTA RICHIESTA )E PARLI DELLE SUE PAURE senza remore.....

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-780.htmlSi
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com