Utente 470XXX
Buongiorno. Pteciso che ho 50 anni e non 60 come erroneamemte regisyrato dal lrofilo. Sono stata operata di mastectomia al seno sinistro con impianto di espansore provvisorio il 31 ottobre scorso. Il tumore benché maligno ha avuto un referto istologico favorevole senza nessuna compromissione linfonodale e con medio alta responsione agli ormoni per cui mi è stata prescritta sola cura ormonale. Decapeptyl ogni 28 gg è tamoxifene tutti i giorni. Già prima dell'intervento avevo un accetto di mal di schiena, specie nella parte alta delle spalle. Ora, con l'inizio della terapia ormonale pare che i sintomi si siano esacerbati. Sento la colonna vertebrale bruciare specie in c5 c6 c7 e la pelle pizzicare come se fossi punta da punte di spillo con moderato prurito. Le mani gelate e alterno vampate di caldo a brividi di freddo. L'umore balla. Ho diagnosticata la tiroide di Hashimoto ma in remissione come da analisi ed eco fatte a marzo 2017. Potrebbe essersi riattivata? Tutti questi disturbi possono essere dovuti a questa cura ormonale? Nel caso sapreste indicarmi un antidolorifico potente ma che non vada ad interferire con l'assorbimento della terapia? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si e' possibile che la terapia ormonale abbia amplificato quanto descrive gia' prima dell'intervento.
E' un tema molto discusso e sul quale potrebbe avere preziosi consigli dalle sue compagne di avventura che praticano da anni terapia ormonale.

Occorre un volume e forse non basterebbe per correggere alcuni suoi pregiudizi su questa malattia derivati probabilmente da una esplorazione senza guida di informazioni sulla rete o a causa del deficit di informazioni ricevute in sede istituzionale.

Le suggerisco un differente approccio alla malattia, perché di cancro si guarisce, ma è più difficile guarire dalla seconda e più grave malattia che si accompagna ad esso : la paura del cancro !

Di questo ci occupiamo da anni nel mio blog RAGAZZE FUORI di SENO, cui partecipano anche molte figlie di madri ammalate e anche mariti che raccontano la storia delle mogli.
[Nel suo caso ad esempio e' utile condividere la attesa prima dell'intervento.

https://www.medicitalia.it/news/senologia/7376-blog-terapia-convegno-nazionale-ragazze-seno.html

in cui e' possibile correggere molti dei suoi pregiudizi su ereditarieta', prevenzione, e soprattutto PAURE e DARE SEMPRE SPERANZA

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Se lo desidera (si presenti con un nome, anche fasullo) e dica pure che l'ho invitata io, cosi' puo' saltare tutti i preamboli ed entri nel nostro blog delle RAGAZZE FUORI DI SENO e Le prometto che non la lasceremo sola.. affrontando anche i problemi pratici riguardo agli effetti collaterali delle terapie che dovra' assumere per tempi lunghi.

RIASSUMA la sua storia (va bene anche il copia-incolla di questo consulto) e parli delle SUE PAURE senza remore.....


https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-1052.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Grazie Gent.le dott. Catania.
Speravo proprio in una sua risposta poiché la seguo da quando ho saputo che avrei dovusto affrontare l'intervento. Non capisco però tutto il discorso che lei mi propone dopo la succinta risposta al quesito. In particolare perché crede che io abbia dei pregiudizi o approcci male la questione. Io sono molto positiva e propositiva al contrario ma resto sempre convinta sulla verità di una considerazione attribuita al prof. Veronesi che diceva " dal cancro si guarisce ma resta nella testa". Mi presenterò al gruppo con molto piacere.
Sabrina

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene ..abbiamo proprio bisogno di essere contagiati dalla sua "Io sono molto positiva e propositiva " , e scoprira' anche che 'condividere" influenza persino la sopravvivenza.
iL MESE SCORSO ABBIAMO FATTO SU QUESTO TEMA UN CONVEGNO NAZIONALE .

L'aspetto con piacere e poi scoprira' piano piano tante altre cose utili.....
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com