Utente 888XXX
Buongiorno a tutti,
premetto che controllo periodicamente il mio seno facendo ecografia e mammografia una volta l'anno.
Ho un fibroadenoma al lato esterno del seno destro e una piccola ciste di grasso nel lato interno del seno sinistro, che tengo sotto controllo da anni. Il mio seno è abbastanza grande e "ghiandolare".
Un paio di settimane fa ho iniziato a sentire una specie di dolore al seno sinistro, come delle fitte intense che si irradiavano in tutta la mammella, a volte le avvertivo anche quando mi rigiravo nel letto. In genere il seno mi fa male nella fase premestruale (in cui si gonfia) ma non ero in quella fase e il dolore era di tipo diverso, più acuto e di brevissima durata.
Le fitte mi sono passate, ma ho continuato comunque ad avvertire dei dolori (tipo indolenzimento) in entrambi i seni.
In concomitanza con questi dolori, praticando un'autopalpazione, mi sono accorta che il linfonodo sotto l'ascella sinistra è più percepibile e gonfio rispetto a quello che sento sotto l'ascella destra (tutti i miei linfonodi sono percepibili al tatto). Nello specifico il linfonodo è morbido e mobile e, una volta palpato, sento comunque una sorta di fastidio nella zona per un pò.
C'è da dire che sono una persona molto ansiosa e quando "sento" dei segnali strani finisco per fissarmi sui sintomi ed ipersensibilizzarmi sulle sensazioni.
L'ultima ecografia al seno completa (comprensiva ovviamente dei linfonodi) e mammografia l'ho fatta a fine agosto e, a parte i "problemi" già conosciuti non ha rilevato niente di anomalo.
A questo punto vorrei sapere se mi consigliate di sottopormi a qualche visita specifica e in caso quale tipo (visita senologica o altro tipo di analisi) o se comunque non è il caso di parlarne con il mio medico di base.
Grazie come sempre per la vostra disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Convolgerei il medico di base perche' e' probabile che il rilievo riguardi solo un linfonodo reattivo che ha scarso significato patologico
https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

E da quanto descrive anche i dolori hanno un significato funzionale non preoccupante

Legga
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 888XXX

Grazie Dott. Catania per la sua disponibilità.
I dolori al seno non li avverto più ma in effetti la "pallina" del linfonodo (in verità abbastanza piccola ma comunque percepibile) è sempre lì.
Mi recherò dal mio medico di base per stare più tranquilla.
Grazie ancora e buon lavoro a tutti.