Utente 371XXX
Gentile Dott. Catania,
la seguo da tanti anni.Ho 40anni Brca1 mutata,madre deceduta per ka ovarico e una sorella più piccola di me malata di ka seno.
Inutile dirle che convivo col terrore,attualmente però la cosa sta degenerando,pertanto ho deciso che tra qualche mese andrò a fare il consulto per la mastectomia,perchè la paura sta minando seriamente il mio equilibrio.
Non riesco a non rimbalzare da un sito all'altro in cerca di esperienze positive,di predestinate che ce l'hanno fatta a schivare il destino,ho letto la maggior parte degli studi americani sulla questione che mi riguarda,ma ad un certo punto quando sono in contrasto tra di loro mi gira la testa e chiudo tutto,ultimamente soffro anche di una forma di orticaria,penso possa essere di origine nervosa,anche se so che il prurito si collega a linfomi o a metastasi epatiche,ma spero non mi riguardi.
Faccio controlli ogni 3/4 mesi,il ca15.3 è a 8,mammografia fatta un anno fa ok,risonanza a giugno 2017ok,ecografia dicembre 2017ok con solita microcisti a sinistra,osservata e invariata negli anni,ma a volte non menzionata nei referti,non so se perchè appare e scompare o perchè il mio radiologo oncologo,sempre lo stesso,a volte ha ritenuto di non menzionarla.Qualche giorno fa presa dall'ansia sono andata a fare un'altra eco mammaria presso un nuovo centro diagnostico della mia città,che vanta apparecchiatura all'avanguardia e non dal mio medico abituale perchè in base alla lista di attesa mi avrebbe visitata dopo18 giorni,lasso di tempo che non riuscivo ad aspettare.
Il medico,sicuramente impressionato dai miei dati anamnestici,ha fatto una visita molto accurata,quasi15 minuti ogni seno( il mio è un seno piccolo e non denso,mi hanno detto negli anni che questa sembra essere una cosa positiva,speriamo...)non ha visto la microcisti a sinistra, ma una a destra,il referto dice solo: areola microcistica 0,4cm,non mi avrebbe detto nulla se non avessi chiesto io nello specifico,ma solo di stare tranquilla che è tutto a posto.Devo precisare che avevo il ciclo in corso e che probabilmente questa cisti era già stata vista dal mio radiologo oncologo,molto scrupoloso,ma non l'ha mai trascritta nel referto.Secondo Lei posso rimandare la mammografia tra una ventina di giorni o dovrei correre ad avere un riscontro visto che sono esami complementari?Il problema è che il mio fidanzato mi ha fatto la sorpresa di organizzare un viaggio durante il quale dovremmo anche sposarci e partirei a giorni,sono logorata dal fatto di dover rimandare questo esame, secondo Lei posso partire con l'animo un po' più leggero?Devo anche dirLe che desidererei molto un bambino,ma a dicembre ho avuto un'interruzione spontanea,ho letto che questo potrebbe influire negativamente.Lei cosa pensa?Ci sono donne mutate che hanno avuto gravidanze,non ammalandosi?.Davvero è possibile?O da un'ora all'altra si potrebbe formare il T.?Il mio ginecologo,molto bravo,mi sprona a vivere la mia vita e a stare serena. Io ci provo,ma non è facile.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Scommettiamo che non rimbalzera' piu' da un sito all'altro ?

Le chiedo di aver pazienza sino alla prossima settimana perche' dobbiamo concludere diverse discussioni.

Ci vorrebbe qualche volume per commentare e rispondere al suo grido di dolore,

Ha pazientato tanto ! Aspetti solo una settimana.
Poi con il copia-incolla risposti questa pagina su

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-1335.html

Forse e' sbagliato il suo approccio su questo tema.

Si presenti con un nome (anche fasullo) e premetta che l'ho invitata io

Tanti SALUTI.....l'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Buongiorno Dottore,
la ringrazio tanto per avermi risposto così rapidamente.
Magari riuscissi a non rimbalzare più per la rete, ne dubito purtroppo, in ogni caso proverò più in là a scrivere sul forum che mi ha indicato, anche se sono restia solitamente ed in particolare in questo ambito, non vorrei urtare la sensibilità di nessuno, soprattutto di quanti vivono direttamente,in prima persona la malattia.
Dico questo perchè purtroppo anche la mia dimensione familiare sta risentendo di tale ossessione, si confonde questo malessere con una severa ipocondria, ma gli altri non conoscono tutto quello che conosco io di questo problema. Quando voglio allentare la tensione la butto sul facile : penso alla Jolie,in fondo lei è riuscita a non ammalarsi fino ad oggi, ha avuto figli e una vita...
Ma poi il ciclo si riattiva, basta un piccolo stress o un Grande Luminare che ti consiglia di fare un unico controllo all'anno,tanto se ti arriva quello cattivo non c'è nulla da fare, per fortuna la mia indole ipercritica e diffidente mi ha consentito di scappare a gambe levate da tale individuo.
Per il momento ho deciso di rimandare la mammografia perchè sto per partire,non so se faccio bene, ma sono troppo agitata e sto cercando di calmarmi per pensare adeguatamente al mio matrimonio,in fondo forse, malgrado tutto bisogna anche volgere il pensiero alle cose belle,sto anche eseguendo le analisi che mi ha prescritto il ginecologo per scoprire eventuali cause abortive e cercherò di vivere anche queste come "cose normali". Ci devo provare.