Utente 486XXX
Buongiorno, scrivo perché sono molto molto preoccupata.
Ho 39 anni e sono mamma di due bambini di 4 e 7 anni, senza precedenti familiari per tumori alla mammella.
Da circa 2 mesi avvertivo fitte dolorose al seno destro, essendo io molto ansiosa ho evitato di parlarne per paura ed il pensiero di poter avere un tumore al seno é diventato costante.
Ad un certo punto la tensione é diventata insostenibile in quanto alle fitte al seno si sono aggiune fitte in zona ascellare e talvota un formicolio al braccio destro, accompagnato saltuariamente da dolore a spalla e cervicale.
In seguito all'ennesima autopalpazione, praticata di continuo dall'inizio delle fitte, ho riscontrato una sera la presenza di 2 palline strane.
Inutile dire che mi sono sentita malissimo ed ho iniziato ad andare nel pallone. Ho preso immediatamente appuntamento per un'ecografia mammaria privata presso lo studio di un medico ritenuto nella mia zona molto esperto. L'esame é stato per fortuna effettuato il giorno dopo, 10marzo 2018.
Referto: tumefazione clinicamente dolente del QSE dex ore 11, solida ipoecogena disomogenea con calcificazioni all interno, senza cono d ombra posteriore, con rinforzo interfaccia posteriore, scarsamente vascolarizzato al colordoppler, con conservata elasticità cl 2 di Rubaltelli, di cm 1.2 di diametro, forma ovale con maggior diametro parallelo alla cute, BIRADS 2.
Evidente alterazione dei dotti galattofori, maggiore in para areolaprofonda. No distorsione architettura parenchimale. Adenopatie scleroartrofichedella ascella di 2,4 cm a sx senza significato patologico. Utile comunque mammografia evisita senologica.
Il medico, molto gentile e disponibile, mi ha parlato di un fibroadenoma e mi ha rassicurato diverse volte dicendo che non vi é alcun segnale di possibile cancro e mi ha detto che non ritiene necessario un ago aspirato.
Dal giorno della visita mi sembra di non accertire più fitte a seno e ascella ma permane un dolore costante proprio nella zona dove é stato riscontrato il fibroadenoma. Inutile dire che da allora non riesco a pensare ad altro e fatico a fare qualsiasi altra attività, tra cui anche dormire Nei momenti di sconforto penso ai miei figli e piango. Nelle ultime 3 settimane ho riscontrato anche una leggera perdita di peso e la cosa mi sta logorando. Mio marito e mia mamma ritengono che sia dovuto alla preoccupazione e alla forte ansia che questa situazione mi sta creando .
Ho apountamento il 31 marzo per effettuare mammografia ma sono terrorizzata al pensiero che l ecografia possa non avere rilevato qualcosa di brutto.
Secondo il vostro parere é il caso di preoccuparmi? Come vi sembra l esito dell eco? Come mai il medico esperto nel settore e con un macchinario all avanguardia ha smentito a voce la presenza di patologie preoccupanti ma ha richiesto altri controlli?
Il dolore é continuo e la mia testa non riesce a staccare. Grazie


Ho appuntamento il 31 marzo per effettuare mammografia ma sono terrorizzata al pensiero che

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive starei tranquilla in attesa della mammografia sia perche'

1) il fibroadenoma ha scarso significato patologico in senso oncologico

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

2) ancora meno importante il dolore che descrive. Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Buongiorno Dottore.
Innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.
Le pongo ora un altro quesito: il suo collega durante l'ecografia ha parlato più volte di fibroadenoma dicendo che il nodulo da lui riscontrato ha delle caratteristiche ben precise che nulla hanno a che vedere con quelle di una patologia maligna. Nel referto tuttavia la parola fibroadenoma non compare: leggendo quanto indicato dal medico in questione lei concorda con la sua diagnosi? Il fatto di non riuscire ad interpretare i termini utilizzati mi mette un po' in crisi...
Grazie per l'attenzione Monica

[#3] dopo  
Utente 486XXX

Buongiorno. Torno a scrivere con l esito della mammografia, sperando di ricevere una gentile risposta.
Mammelle intensamente e disomogeneamente radiopache irregolarmente nodulari piuttosto didomogenee nei quadranti supero-esterni. Per quanto valutabile non sono differenziabili distorsioni parenchimali né microcalcificazioni sospette. Isolate puntiformi calcificazioni distrofiche bilaterali. Indicati controlli periodici anche ecografici.

Ho chiamato il medico che mi ha sottosopsta ad accurata eco leggendo il referto della mammografia e mi ha risposto di stare tranquilla e di rivederci tra 10/12 mesi per un controllo.
Concordate con il suo parere o ritenete siano necessari ulteriori controlli? ( visita senologica o altro?)
Grazie Monica

[#4] dopo  
Utente 486XXX

Buongiorno, torno a scrivere perché a distanza di quasi 3 mesi da ecografia e mammografia mi sembra di notare un aumento di volume al seno destro, proprio quello in cui mi è stato riscontrato il fibroadenoma dolente in fase di controllo ecografico. Osservandomi allo specchio il seno destro sembra da circa 15/20 giorni un po' più gonfio dell'altro, ma non dolente... non so se attribuire il problema al fibroadenoma, dotti galattofori intasati e cisti riscontrate o se iniziare a preoccuparmi. Dalla palpazione del primo nodulo vivo in una condizione di grande ansia e questo nuovo riscontro mi sta mettendo davvero in crisi.
Visti i recenti esiti pubblicati ritiene siano necessari ulteriori controlli a breve? Cosa mi consiglia? Grazie mille

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se anche l'eco ( mammografia mostra seno denso) risulta negativa seguirei il consiglio che le hanno ricevuto
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 486XXX

Biongiorno, eccomi ancora a scriverle...non mi mandi al diavolo.
Ieri sera, durante la doccia, ho sentito un piccolo nodulo proprio nella zona che vedo leggermente più gonfia (per parlare come l'ecografista ORE 3); ho riguardato le immagini dell'ecografia e segnalavano presenza di 1 fibroadenoma, 1 cisti e diversi dotti ingrossati alle ore 11, 12, 1, 5 ma nulla alle 3.
È possibile che in soli 3 mesi si sia sviluppato altro?
Provvederò a prendere appuntamento privatamente da un senologo per la prossima settimana, nel frattempo vorrei capire se posso stare relativamente tranquilla.
Come avrà capito sono entrata in un circolo di grande preoccupazione e ogni settimana noto qualcosa di nuovo, non so più cosa atttibuire alla paura e cosa considerare realmente preoccupante. Grazie mille e scusi ancora per l'insistenza.

[#7] dopo  
Utente 486XXX

Buonasera, in attesa di risposta torno a scriverle con un'informazione in più. Questa sera guardandomi allo specchio dopo la doccia ho notato che il seno destro, oltre ad essere più gonfio, è anche più grosso. Il volume è aumentato e la cosa è ben visibile.
Può essersi sviluppato a 3 mesi dall'ecografia una neo formazione che causi un aumento della grandezza del seno o ci possono essere altre cause?
L'aumento di volume di un solo seno è sempre legato ad un tumore?
Scusi per la mia insistenza ma sono davvero preoccupata. Grazie