Utente 147XXX
Salve, premetto che vivo all'estero ed e' difficilissimo orientarsi su questioni di salute.
Ho una sospetta epididimite al testicolo destro. dopo circa 15 giorni sono riuscito ad andare dal dottore. il quale senza visitarmi o toccarmi, ma basandosi sulla mia anamnesi (ho sofferto di epididimite quando avevo 15 e 17 anni. adesso ne ho 31) mi ha prescritto una cura antibiotica.
ho preso due compresse da 500 mg di azitromicina.Questo e' accaduto lunedi 2 maggio. le ho prese insieme come indicato dal dottore.
ad oggi, 4 maggio, l indolenzimento c'e' ancora. a tratti sembro stare meglio. ma assolutamente non posso dire di essere guarito del tutto.
quanto tempo devo aspettare? quando tornare da un dottore? chiamarlo oggi? aspettare una settimana?
grazie mille.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se i sintomi da lei lamentati permangono, bisognerà allora risentire in diretta il proprio medico di fiducia e poi a ruota un esperto urologo od andrologo per iniziare a meglio precisare la diagnosi ricevuta con una attenta valutazione ecografica dell'apparato uro-genitale e colturale, naturalmente a distanza di almeno 10-15 giorni dalla precedente antibioticoterapia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 147XXX

Gentile dottore,
la ringrazio. La mi domanda e' molto semplice. presi 1000 mg di azitromicina lunedi 2 maggio. quanto tempo devo aspettare prima che faccia effetto? oggi 4 maggio ho ancora indolenzimento. chiamo il dottore oggi? o aspetto che l antibiotico faccia il suo corso qualche altro giorno?
grazie,

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza ansie ma penso che le convenga risentire ora il suo medico curante.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com