Utente 115XXX
Buongiorno volevo chiedere gentilmente un consulto per mio padre 64 anni.....avendo una patologia di prostatite cronica si sottopone a controlli periodici del psa.
Ha fatto una biopsia nel 2007 che risultava negativa, ora il suo urologo gli ha fatto fare un esame più accurato il phi, con un (-2) propsa di 17,89 pg/ml e di un (-2) propsa 1,28% con un phi di 43,22.
I parametri dicono che sopra il 40 la probabilità di cancro è alta.......
Questo valore può essere dovuto alla prostatite? o quasi sicuramente si ha la certezza della malattia?
vi ringrazio

[#1]  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, il fhi in associazione al psa è utile nell indicare se è il caso di procedere ad una nuova biopsia oppure no, ma non è in grado certo di fare diagnosi di tumore alla prostasta. pertanto il consiglio è quello di ripetere la biopsia magari con un numero maggiore di prelievi.
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#2] dopo  
Utente 115XXX

La ringrazio infinitamente per la tempestiva risposta
cordialmente la saluto