Utente 226XXX
Ho da due anni il catetere fisso, che mi sostituiscono una volta al mese; giorni fa le urine erano chiare, ma il tubo della sacca di raccolta e la stessa sacca, hanno evidenziato un cambiamento di colore tra il grigio chiaro e il violetto; siccome prendevo l'aloe ho pensato che ne fosse la causa e ho interrotto l'assunzione; ho cambiato la sacca ma dopo tre o quattro giorni il problema si è ripresentato; non ho disturbi, non prendo medicine, e la quantità di urine è sempre la stessa; vorrei sapere se è colpa del materiale con cui sono fatte le sacche o l'aloe o altro ancora.
Vorrei tanto poter stare per qualche tempo senza catetere, mi può dire se c'è
qualche nuovo metodo? Grazie, Alberto

[#1]  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora, premesso che se ne ha la possibilità può utilizzare il cateterismo intermittente, per quanto riguarda la colorazione dele urine questa può essere dovuta a numerosi fattori tra cui anche l'aloe sicuramente per evitare qualsiasi dubbio esegua un esame delle urine
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#2] dopo  
Utente 226XXX

La ringrazio per la risposta sollecita data per mio marito. Volevo ancora aggiungere che non è il colore delle urine che è cambiato, ma il colore del tubo e della sacca,.
Per quanto riguarda il cateterismo intermittente, mi è stato detto che è rischioso in quanto si è sottoposti continuamente al rischio di infezioni. Certo sarebbe un sollievo non essere sempre legati ad un tale disagio, anche psicologico.
Grazie per la sua disponibilità. Maria Rosa

[#3]  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
veramente è il contrario, in quanto una volta imparar aad eseguire la procedura in maniera pulita il rischio di infezioni è molto minore e sicuramente un vantaggio per la qualità di vita
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#4] dopo  
Utente 226XXX

La ringrazio, vedrò cosa posso fare, anche perché devo trovare qualcuno disposto ad insegnarmi la procedura; adesso viene un'infermiera del servizio sanitario, una volta al mese.