Utente 261XXX
Buongiorno gentili Medici,

da Sabato 14 Luglio ora di pranzo dopo avere fatto come mia abitudine esercizi in palestra il mio testicolo sinistro si è ingrossato è indurito.
Dopo 3 giorni il mio testicolo SX non migliorava. Anzi se facevo sforzi banalissimi come piegarmi o camminare troppo o andare in macchina allora lo scroto SX si ingrossava maggiormente, il gonfiore e la durezza del testicolo SX aumentavano.
Di conseguenza aumentava anche il fastidio e la sensibilazzazione ma soprattuto ogni qualvolta mi muovevo a velocità normale e non a rallentatore sentivo dei colpetti come fossero pugnetti al testicolo sx.
Prenoto la visita da un urologo.
preoccupato che fosse una massa tumorale nel giro di 24 ore eseguo ecografia ed esami del sangue.
Tutti e 3 gli esami del sangue risultano negativi e all'ecografia non si denota nessun problema del tipo varicocele, idrocele ematomi o quaslaisi altro problema ... l'unica cosa che si vede è un testicolo due volte piu grosso di quello destro.
L'ecografo passa velocemente lo strumento sopra il mio inguine sx e scopre che ho una piccola ernia.
Però mi dice che adesso di quella non serve preoccuparsi perche il gonfiore non puo dipendere dall'ernia
Dopo altre 24 ore vengo mandato in un altro ospedale per maggiori accertamenti.
Mi rifanno la palpitazione e la visita rettale dove dicono che non ci sono problemi.
Mi rifanno una seconda ecografia e anche qui mi dicono che no ci sono problemi. L'Unica osservazione fatta durante l'ecografia e che c'e una circolazione del sangue molto buona o maggiore rispetto alla media nei miei testicoli.
A questo punto decidono di farmi degli esami del sangue piu approfonditi;
Dopo due ore arrivano gli esami è dicono che è tutto apposto. Nessun dato preoccupante, tutti i dati rentrano nella norma.
A quel punto decidono di tenermi un giorno e una notte sotto sorveglianza in ospedale.
Mi danno flebo, cortisone e antibiotici, sospensorio e pacchi di ghiaccio da mettere sempre sul testicolo.
Nel frattempo vengono a visitarmi altri 3 UROLOGI palpando per bene i miei testicoli.

Tutti e 3 confermano che il testicolo sx e stranamente piu grosso del destro in modo anomalo ma a nessuno risultano dei problemi come strozzamento, ematomi, varicocele o idrocele ecc ecc ... ed io non sento dolore. Ovviamente non lo sento quando mi palpano ma se mi muovo e cammino o faccio sforzi i dolori arrivano subito.

L'indomani mattina ovvero il 21/07/2012 dopo un altro controllo dei due urologi si denota un colore migliore del testicolo ... rosa chiaro e non piu rosso ... e un sensibile sgonfiamento e decidono di dimettermi e seguire una cura antibiotica di 10 giorni.

3 punture al giorno di GLAZIDIM x 5 giorni
REARIL EXIN 3 al giorno x 10 giorni
ZIRFOS 1 bustina al giorno x 10 giorni

DA RECISARE CHE SE ANCHE LORO AL MOMENTO DEL CONGEDO MI HANNO PARLATO DI POSSIBILE INFIAMMAZIONE O VISRUS ..... UNA VOLTA ARRIVATO A CASA SCOPRO CHE NEL FOGLIO DELLA DIAGNOSI HANNO SCRITTO CHE HO L'ORCHITE. Questa cosa mi

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
da qui è evidente che non è possibile una visita nè tantomeno un esame obiettivo per cui se dopo ripetute visite la diagnosi è di orchite , dobbiamo fidarci di quanto Le hanno diagnosticato.
Se , come sembra di orchite si tratta, è cmq bene ,in un secondo tempo, diagnosticare le cause che la hanno provoicate ( alle sua età la causa più frequente è l'infiammazione prostatica) onde evitare recidive.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Utente 261XXX

purtroppo il sistema aveva tagliato la seconda parte del messaggio che riporto qui di seguito:
===============

A questo punto una volta a casa e scoperta questa diagnosi di cui non ero a conoscenza inizio a fare delle ricerche ... e scopro che esiste L'ORCHITE CHIMICA .. che si genera proprio dopo sforzi eccessivi come sollevamento pesi.

Dopo 4 giorni di cura decido anche di prenotare una vistia da uno specilista di ernie.

Lui scopre subito l'ernia nell'inguine sx e me la fa toccare anche a me.

Poi decide con un dito di farla rientrare dentro.

Era ed è tutt'ora una ernia piccola.

Anche lui mi ha palpato i testicoli oltre ad avermi visitato affondo l'ernia inguinale.

Dopo la visita mi ha spiegato che quel continuo dolore che avertivo ogni qualvolta facevo un minimo sforzo che partiva da dietro la schiena fino ad arrivare al linguine con colpetti al testicolo sinistro dipende proprio dall'ernia inguinale sx. Perche probabilmente stava e stà schiacchiano uno o piu nervi e quindi mi sento tirare fino al testicolo sx.

Dopo che ha cercato di rimettermela dentro mi ha spiegato che adesso dovrebbe andare un po meglio.

Però ha ribadito che:

IL GONFIORE e durezza e l'abbassamento DEL TESTICOLO IN MANIERA ANOMALA NON DIPENDE ASSOLUTAMENTE DALL'ERNIA.

MENTRE I DOLORI COME FOSSERO PUGNETTI AL TESTICOLO SX SONO QUASI AL 99% COLPA DELL'ERNIA.

MI HA ANCHE DETTO CHE FINO A QUANDO NON CONCLUDO LA CURA ANTIBIOTICA PER IL TESTICOLO E TUTTI GLI ACCERTAMENTI NECESSARI SULL'ERNIA NON SI PUO INTERVENIRE.

PRIMA UNO E POI L'ALTRO.

Dopo la visita dallo specialista ammetto che quel senso di dolore e fastidio che avevo prima e decisamente migliorato e mi permette di camminare sempre a veloCità rallentata e non normale (e non fare nient altro) senza subire troppi dolori.

Oggi 27 luglio (A DISTANZA DI 7 GIORNI) ritornero in ospedale dall'urologo e mi diranno come si evoluta la situazione.

Dopo 7 giorni di cura antibiotica posso ammettere un sensibile sgonfiore del testicolo rispetto ai primi giorni .... ma rimane sempre almeno due volte piu grosso di quello destro e molto piu basso di quello dx.

Cosa che non era prima di quel fatitico giorno in palestra.

Sono un po' amereggiato perche so gia che oggi non mi diranno niente perche anche io noto che dopo questa cura non ci sono sostanziali miglioramenti.

Qualche dottore può aiutarmi nell'espormi la propria opinione ?

Un grazie di cuore.

[#3] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno gentili Medici.

Ringrazio anche il Dr. Roberto Mallus per la sua risposta.

Iieri sera avevo appuntamento con l'urologo per un altra ecografia e palpazione. Questo per capire come il testicolo avesse reagito alla cura antibiotica.

Dll'ecografia ancora una volta non si è notato nulla.

Dalla palpazione emerge sempre un testicolo due volte piu grosso e molto piu duro del destro.

A questo punto l'urologo mi ha messo in lista in modo tale che entro 15\20 giorni mi faranno esplorazione chirurgica. Dove via linguine prenderanno un pezzettino di testicolo per esaminarlo e vedere se c'e la reale possibilità di un tumore testicolare oppure si tratta di un virus o infiammazione.

Preso un po' anche dall'agitazione ho prenotato un altra visita da un altro urologo per avere la certezza che mi dica che non via sia altro modo all'operazione esplorativa chirurgica di verficare se ho un tumore o meno.

Inoltre gentili medici volevo chiedervi :

- ma nell'operazione non posso subito immediatamente inserire una protesi ? Perche il chirurgo-urologo che mi ha visitato non ne ha assolutamente parlato.

- Non esiste nessun altro macchinario o sistema per verificare se ho il tuomore al testicolo sx ? Perforza l'operazione chirurgica ?

- Non si puo fare solo una radioterapia ?

- Mi hanno anche sconsigliato di fare 2 interventi in uno. Ovvero piccola ernia piu testicolo sx.

Grazie per il vostro prezioso aiuto.



[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
nel sospetto di un tumore del testicolo vengono anche eseguiti alcuni esami ematici quali alfaproteina, antigene carcino embrionario e la beta HCG ,ma cmq l'esplorazione chirurgica con es istologico estemporaneo a confermare con certezza la patologia.Non vengono eseguite punture bioptiche per timore di una disseminazione.
Riguardo alla protesi e all'ernia tutto si può risolvere anche dopo ora ciò che è più urgente è arrivare ad una diagnosi ed ad una corretta terapia.
Se vuole ci aggiorni.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#5] dopo  
Utente 261XXX

Gentilissimo Dr. Roberto Mallus,

credo che quando parla degli

--------
esami ematici quali alfaproteina, antigene carcino embrionario e la beta HCG
--------

si riferisca ai marcatori del sangue ?

Caspita ncora non ci credo che stia capitando a me ... ho sempre fatto una sana alimentazione, palestra la domenica in bici....

La ringrazio per il suo sostegno.

[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Si i marcatori .
Cmq sappia che anche nel caso di neoplasia se ne esce assolutamente , proprio perchè la malattia , da quello che racconta, non è avanzata e cmq in caso di positività dell'esame istologico e quindi della tipizzazione del tipo di malattia, eseguirà un tc total body o addominopelvica.
Cordialmente.
Dott.Roberto Mallus

[#7] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno gentilissimo Dott.Roberto Mallus,

in data 2/08/2012

mi è stata eseguita un esplorazione chirurgica sul testicolo sx. E' risultato un tumore, seminoma per precisione. Il testicolo è stato asportato del tutto.

Il giorno prima dell'intervento mi è stato detto che la protesi non è loro abitudine farla il stesso giorno ma aspettare 6 mesi dall'intervento per vedere se non vi sono imprevisti o anomalie post-operatorie.

Il giorno seguente mi è stata fatta anche un TAC TOTAL BODY dove per fortuna non è risultato nessun tumore in nessuna altra parte del corpo.

Per quanto concerne l'ernia mi è stato detto che era veramente un cosa piccolissima dove hanno preferito sistemarla e limitarsi a mettere due punti e non tutto il processo con la classica retina.

Per quanto riguarda i sintomi post-operatori avverto dolore nel taglio dove sono presenti i punti di sutura (con le clips) nel linguine sinistro quando ogni volta mi alzo in piedi. E come se sentissi il flusso del sangue scendere improvvisamente lungo i punti. Però se sto fermo a letto non sento nulla. Solo quando mi alzo in piedi.

Invece quando cammino sento anche certe volte tirare i punti messi all'interno per la piccola ernia.

Ho la sensazione di distinguere molto bene i due dolori.

Il 9 Agosto mi è stato prefissato l'incontro per rimuovere i punti e mi diranno se ritengongono necessaria anche una cura con radioterapia.

In linea generale sono molto soddisafatto per come si sono svolte le cose. L'unica mia preoccupazione sono i punti nel linguine sinistro ... spero che tengano bene. Sentire quel dolore sui punti (come quasi si dovessero staccare) ogni qualvolta mi alzo non è una cosa piacevole.

Nonostante le mille domande fatte al chirurgo non ho compreso se faccio bene a camminare un pochino oppure rischio di creare problemi ai punti di sutura ? Soprattuto quando mi alza e mi siedo ?

Grazie ancora per la sua attenzione.

[#8] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
meglio di così non poteva andare come si erano messe le cose, infatti il seminoma la cui stadiazione definitiva anatomopatologica sul pezzo operatorio ancora non è conosciuta, è localizzato al testicolo ( vedi TC) ma cmq una neoplasia altamente sensibile ad una eventuale radioterapia che verrà eseguita solo se la stadiazione Pt fosse avanzata.
La eventuale applicazione di una protesi anche io preferisco posporla.
Insomma la guarigione è assicurata , riguardo poi ai disturbi postoperatori qs passeranno con il tempo .
Niente sforzi eccessivi , ma una camminata non può che faLe bene.
Se vuole ci ragguagli.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#9] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno gentilissimo Dr. Roberto Mallus.

Da questa mattina mi sento molto preoccupato.

Iieri notte mentre dormivo per la prima volta ho sentito una cosa strana nello scroto dove è stato esportato il testicolo.

Avevo la sensazione di una fuoriuscita di liquido penso che era sangue ... come se facesse delle bollicine da un tubicino .. insomma non so come spiegarlo.

Io mi toccavo con la mano ma sembrava tutto apposto.

Qualche minuto fà mi guardo allo specchio anche la mia convivente mi guarda e scopriamo che dalla parte bassa del pene parte una striscia violacea che si estende lungo lo scroto vuoto dove è stato esportato il testicolo.

Adesso io non so se è una emoragia di sangue ? Un ematoma ? Ma se mi baso su quello che ho sentito ieri notte a letto ho davvero paura che sia una fuoriscita di sangue.

Ho telefonato in ospedale e mi hanno detto che dopo le 17:00 c'e l'urologo. E mi farò fare un controllo ... ma ho davvero brutte sensazioni .....

Mi puo dire lei cosa pensa ?

Fino ad ieri sembrava tutto apposto ....