Utente 125XXX
salve, vi scrivo per un problema che da una settimana mi affligge: martedi scorso ho iniziato durante il giorno ad accusare brucione urinando, un bruciore che è presente solo negli ultimi 2 secondi finali della minzione, ma di forte intensità, come una punta..che spinge subito a fermarla. Tuttavia questo fastidio non è mai presente al mattino appena sveglio, ma si presenta durante il giorno nelle successive minzioni.
il dottore mi ha detto potrebbe trattarsi di uretrite e mi ha prescritto Keforal 1g x2 al gg per 5 giorni.. (farmaco che per certo gia mi era stato efficace in tonsilliti ecc) dicendo poi di aspettare 5 giorni e fare un urocoltura nel caso la situazione non si fosse risolta.
premetto che a livello visivo presento solo un arrossamento dell'estremità dell uretra, dove si congiungo le due metà del perimetro..non so se mi spiego.. una cosa quindi minima, nessun interessamento della pelle del glande..
ho effettuato la cura, ma il problema non è scoparso, è migliorato in quanto se prima il bruciore si presentava gia dalla seconda minzione mattutina, oggi si presenta a volte nel pomeriggio o alla sera e con un intensità minore. anche il rossore varia, al mattino sembra tutto piu normale..

la mia domanda è:

conviene che io faccia l'urocultura oppure visto l'altalenanza di presenza/assenza di fastidio potrebbe essere solo un irritazione come ipotizzato dal dottore? e quindi come potrei risolverla?..
e se invece fosse una malattia potrebbe ricondursi a clamidia o genorrea o a cos altro?.. aggiungo inoltre che non ho nessun fastidio in fase eiaculatoria e durante i rapporti sessuali..e la frequenza delle minzioni è piu o meno la stessa di sempre..forse lievemente maggiore quando ci penso..che mi metto in ansia..ma cmq 6-7 nella giornata...o poco piu a seconda di quanto sto sveglio
aggiungo infine..non so se puo centrare che questo è un periodo molto stressante per me per impegni universitari e non.
ringraziandovi per l attenzione porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
in presenza di in bruciore uretrale l ' ipotesi più semplice è quella di postulare una infezione e somministrare un antibiotico. Un sintomo come il suo potrebbe essere dovuto anche ad un piccolo calcolo nell' uretere distale in via di espulsione. Beva molta acqua,al termine della terapia antibiotica se non ha avuto alcun giovamento esegua una visita urologica .Deve pensare a una uretrite se ha avuto rapporti non protetti con partner non sicure .distinti saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente 125XXX

la terapia antibiotica l ho finita..tuttavia il bruciore a volte c è altre no..ma non è un bruciore interno al pene, è avvertibile solo allo sbocco dell uretra e dura intensamente 1-2 secondi in fase finale di minzione..oggi per esempio non l ho avuto e non l ho mai avuto di prima mattina..i primi giorni si sviluppava subito dopo la seconda minzione...alle 10 di mattina per capirci...poi via via meno..il rossore attorno allo sbocco dell uretra..è rimasto..anche se molto meno visibile ora.. in compenso stasera ho notato che mi si è arrossata oggi una parte del glande..in basso vicino al solco balano p. e la conseguente sottostante parte interna della pelle...ma ora sembra gia essere quasi sparita di nuovo in seguito a lavaggio con detergente ..

sono un po confuso..se ho qualcosa e non si tratta di semplice irritazione ecc.. facendo una urocultura come suggerito dal medico emerge se ho qualcosa? tipo genorrea..clamidia o cose simili..?anche se ho letto che i sintomi sono altri... avendo fatto 5 giorni di antibiotico, quanti ne devo attendere per poter fare l'urocultura e non avere falsi negativi?..
quanto ai rapporti scoperti, ho avuto l ultimo rapporto scoperto a settembre il resto tutto coperto, salvo uno orale 10 giorni fa, ma da una che tra l'altro è infermiera..lo so non vuol dire nulla..ma visto che parlava di soggetti a rischio le ho spiegato.

[#3] dopo  
Utente 125XXX

nessun'altra risposta?..mi domandavo, oltre quanto scritto appena sopra, se il fatto di comparire e scomparire del bruciore a fine minzione, in virtù del momento della giornata, mai all inizio e specialmente in seguito a sfregamento dovuto a rapporti, possa escludere un infezione da malattia infettiva ..nel senso.. se ho un problema causato da un batterio ecc..tipo genorra, clamidia o virus..dovrebbe esserci sempre e costantemente fino a che non lo debello con apposita cura..no?.. invece mi trovo cn un fastidio che si presenta solo nel corso della giornata e a volte nemmeno... se ho rapporti invece sembra infiammarsi di piu dato che dopo avverto maggiormente il fastidio a fine minzione..dopo alcune ore però gia è mlt piu lieve..se non addirittura scomparso..

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

i suoi sintomi non sono specifici per alcuna patologia particolare e quello che ci racconta fa pensare ad un possibile problema infiammatorio a livello delle vie uro-seminali.

Senta ora il suo medico di fiducia poi a ruota anche un bravo andrologo od urologo.

Detto questo poi attento a rapporti non protetti con persone poco conosciute, anche se impegnate in funzioni di assistenza sanitaria.

Infine le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 125XXX

la ringrazio dottore tuttavia da cosa potrebbe essere data l infiammazione?..se non quindi da batteri... non ho nessun fastidio nei rapporti..ne in altro se non a fine minzione ogn tanto..ma non è nemmeno un bruciore..diciamo un fastidio..prima era bruciore..ora fastidio..come se fosse qualcosa di pungente di brevissima durata, ribadisco è utile che io faccia una urocultura? e se fosse negativa vorrebbe dire che è una cosa che si risolve da sola, di tipi solo infiammatorio..non so lo stress può centrare?.. volevo capire solo questo...perche se non ho nulla che si attacca, con chi vedo sempre non ha senso che mi protegga... se invece ho qualcosa che si attacca la devo curare.. una sola infiammazione dovuta a sfregamento..ecc..e nn a batteri mi disinteresserebbe del tutto visto lo scarso fastidio che mi da..a me preme non avere altro..

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le ipotesi da lei ventilate devono essere prese in considerazione ma una valutazione colturale completa sulle urine ed eventualmente sul liquido seminale, se indicato dal suo urologo, è sempre il primo passo per incominciare a capire qualcosa di concreto.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 125XXX

sono appena stato dal dottore..sostiene sia solo irritazione, ma m ha prescritto l urocultura con antibiograma che vado a fare subito domattina presso centro privato.. perche parla anche di esame del liquido seminale?..cosa potrebbe esserci in quello che non si rileva però da un urocultura?.. comunque i sintomi mi sono quasi del tutto passati.. noto solamente che questo bruciore-fastidio compare se sollecito di piu la zona..tipo con rapporti o masturbazione, al mattino non è mai stato presente..

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, vista l'evoluzione favorevole del suo problema, faccia ora l'indagine indicatale dal suo medico e, a risultato in mano, poi si potrà ridiscutere il suo problema che non mi sembra una situazione clinica drammatica.

Ancora cordiali saluti.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 125XXX

ok la ringrazio..ultimissima cosa..in passato m era gia capitato di avere bruciore cosi ma si trattava di singoli episodi..di unica minzione epoi basta.. e in ql caso si presentava qst piccolo arrossamento della pellicina attorno all orifizio dell uretra.. ma passava tutto al volo..ora sto vivendo la stessa cosa in modo prolungato..sebbene il fastidio sia quasi scomparso..il rossore della pellicina permane a volte piu a volte meno intensamente..(non ho nessun dolore al tatto o altro). grazie ancora..le faccio sapere giovedi l esito..

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#11] dopo  
Utente 125XXX

salve dottore, come promesso eccomi coni risultato dell urocultura: tutto negativo. il bruciore - fastidio da ieri mi è passato, è necessario che io faccia altro? il medico m ha detto che se non saltano fuori nuovi fastidi e rimane tutto cosi, si è trattato probabilmente di un irritazione aggravata dal periodo di stress superiore alla media, (non so se centra, ma dall'altro giorno questo periodo di stress s' è allentato in quanto ho terminato la mia tesi.. e anche il fastidio residuo è passato. )
quindi..ora dovrei fare altro oppure no?..

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coltura negativa quindi situazione meno drammatica che potrebbe anche essere spiegata con lo "stress superiore alla media".

Si rilassi e continui a seguire le indicazioni del suo medico di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com