Utente 283XXX
Salve. Vorrei sapere quali sono i pro e i contro della masturbazione.
In particolare vorrei delle delucidazioni circa le seguenti questioni:

>>È vero che la masturbazione molto frequente (1 volta al giorno) può provocare un'ipertrofia prostatica benigna? (Lo chiedo in quanto mi è stata diagnosticata dall'urologo per la causa succitata).

>>È vero che masturbarsi riduce la possibilità che si formi un cancro alla prostata?

Giacché mi aspetto delle risposte positive la vera domanda è:

Quale può essere a settimana il numero ideale di atti eiaculatori (tramite masturbazione)?

PS: Vorrei una risposta sia nel caso di un uomo sano sia nel caso di un uomo che soffre di un'ipertrofia prostatica benigna e che si sta curando con il permixon.

Ringrazio in anticipo i medici che risponderanno ai miei quesiti e auguro loro un buon anno.
Spero di essere stato chiaro nell'esposizione delle mie preoccupazioni.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,noto che ha le idee molto confuse e,se l'età che ci trasmette è quella giusta,Le consiglio di consultare un andrologo dedicato,in quanto,a mio avviso,la ipertofia prostatica,a 20 anni,è,quantomeno,rara...E' opinabile,come tante teorie in medicina,che la masturbazione preservi dal cancro della prostata...Comunque,la astrazione,se non ossessiva,non crea alcun maleficio nè alla salute generale (cecità,tumori etc.),nè genitale.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette e precise indicazioni già ricevute dal collega Izzo, che mi ha preceduto, le ricordo che oggi la masturbazione è considerata, soprattutto in un giovane, come sembra essere la sua situazione esistenziale, l'inzio ed il modo per fare le "prove generali" che gli permetteranno poi di manifestare e "praticare", senza problemi ed inutili ansie, tutte le varie e diverse manifestazioni che caratterizzano una regolare attività sessuale.

Alla sua seconda domanda poi le rispondo ricordandole un studio, pubblicato alcuni anni fa da un gruppo di ricercatori statunitensi, coordinati dal National Cancer Institute, che ha studiato l'eventuale rapporto tra frequenza di eiaculazioni e rischio di tumore alla prostata.

Per eiaculazione si intendeva sia quella ottenuta attraverso rapporti sessuali, emissioni notturne e masturbazione.

In questo studio sono stati analizzati i dati dell’Health Professionals Follow-up Study negli anni tra il 1992 e il 2000 che riguardavano 29.342 uomini.

Nel corso di questo "controllo" su un ampio numero di uomini è emerso che ci sono stati 1.449 casi di carcinoma della prostata.

In questo studio, e questo la può interessare, è stata messa in evidenza come una più alta frequenza di eiaculazioni era associata ad un più basso rischio di tumore alla prostata.

Sono dati però che devono essere ancora confermati ma danno un'indicazione di come una "buona" attività sessuale sia da considerarsi positiva anche per altri aspetti importanti della nostra salute che non sempre vengono facilmente considerati.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#3] dopo  
Utente 283XXX

Ad essere precisi il medico non ha menzionato il termine "'ipertrofia prostatica benigna" ma mi ha somministrato il permixon 320 mg 1 al giorno dopo il pasto serale per un mese.

Cosa ne pensate? Aspetto con "ANSIA" vostre risposte.

Vi ringrazio molto per il vostro generoso lavoro. Distinti saluti.

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che le risposte ricevute siano esaustive.Buon anno.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it