Induratio penis plastica

Buongiorno, ho il pene che ha una leggera incurvatura vs. dx e un accorciamento di circa 4-5 cm. Dopo visita andrologica, mi è stato detto di prendere la vitamina E; l'andrologo, mi ha consigliato di fare un prelievo di sangue-plasmaferesi- per estrarre le piastrine e poi iniettarmele nel pene, una volta a settimana x 10 volte. La prima l'ho fatta ma si è gonfiato,dopo un giorno, ed è divenuto rosso, tanto che ho dovuto prendere l'augmentil x 6 giorni, ma dopo un paio di giorni ero gia tornato "normale".Volevo sapere x quanto tempo posso prendere la vitamina E,il tempo di intervallo per riprenderla,se la devo riprendere, e, se vanno bene queste iniezioni "sperimentali"come le ha definite l'andrologo. Grazie e cordiali saluti
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Signore,
il trattamento PRP (platelet rich plasma) è certamente da considerarsi sperimentale, quindi da condurre con molta attenzione. Non abbiamo dubbi che il nostro collega che la sta seguendo la abbia informata adeguatamente, adottando tutte le attenzioni del caso. La terapia con vitamiina E è invece uno dei rimedi più tradizionali, l'efficacia è molto variabile, i risultati generalmente discutibili, tant'è che da sempre si è alla ricerca di rimedi alternativi più efficaci. Peraltro, la vitamina E ai dosaggi consigliati può essere assunta anche per lunghissimi periodi senza problemi. Sta di fatto che, se entro un tempo accettabile (qualche mese) non si osservano variazioni, è ben difficile che si possa ottenere un miglioramento innseguito.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie. E' stato molto gentile e rapido nel rispondermi. Volve, se posso, farle un'altra domanda; ho sentito delle iniezioni sul pene col verapamil. Mi puo dire se sono un po' piu efficaci?. Grazie di nuovo e cordiali saluti
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Signore,
come la vitamina E, anche le infiltrazioni di verapamil sono un rimedio classico per la IPP. Si possono fare le stesse considerazioni di cui alla nostra precedente risposta.

Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie. e' stato molto cortese e rapido.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, vorrei sapere, se possibile, il xke si è gonfiato e diventato rosso, il mio pene. Eppure mi sono state iniettate le mie piastrine e, sinceramente, temo di farmi le altre iniezioni rimanenti(9).
Grazie e cordiali saluti.
[#6]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Signore,
rossore e tumefazione sono probabilmente legate solo al trauma della puntura, seppure modesto. Npn riteniamo che si possa trattare di una reazione di tipo immunitario. D'ogni modo è opportuno che questi chiarimenti le vengano forniti dal nostro Collega che la sta seguendo.

Saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, sono tre mesi che assumo il sursum. Vorrei sapere se interrompere e se e quando posso riprenderlo.Cioè che intervalo di tempo.
Grazie e cordiali saluti.
[#8]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Signore,
la terapia con vitamina E non ha tempi precisi, ogni specialista si regola in base alle proprie abitudini, ma soprattutto all'efficacia della terapia stessa, cosa sulla quale lei oggi non ci dice nulla. Il nostro giudizio non ha quindi alcun valore, le consigliamo ovviamente di rivolgersi al nostro Collega che la sta seguendo direttamente.

Saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, il mio pene si è "accorciato" di circa 4/5 cm; ma dove sono andati questi cm e se è possibile recuperarli. Lo so che sembra una domanda "buffa", ma per me è importante saperlo. Grazie e buon lavoro
[#10]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
E' stato poi sottoposto a qualche forma di intervento per l'induratio?
[#11]
dopo
Utente
Utente
no, non ho fatto niente tranne che prendere, per un periodo, la vitamina E. Per fortuna ora sembra stabilizzato, ma quei cm si possono recuperare? Grazie e cordiali saluti.
[#12]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
La fibrosi della parte esterna dei corpi cavernosi (albugìnea), oltre ad un incurvamento, può causare un accorciamento (specie in erezione) per perdita di elasticità in senso longitudinale. Questa alterazione è ragionevolmente irreversibile, viene corretta chirurgicamente solo in casi estremi. Si ricordi che tutti le manipolazioni chirurgiche dei corpi cavernosi possono guarire con cicatrici rigide e sovrabbondanti che, dal punto di vista funzionale, si comportano esattamente come le placche di induratio.
[#13]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, ringrazio della sua gentilezza e professionalità. Cordiali saluti e buon lavoro.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test