Utente 405XXX
Buonasera,
Ho effettuato un visita urologia per i seguenti problemi,
Ho riscontrato un colore dello sperma marrone,ho fastidio all ano e dolore alla punta del pene.
Da esplorazione rettale non è stato evidenziato presenza di noduli solo che mentre il medico efftuava la visita sentivo dolore specialmente sulla punta del pene.
Mi è stato prescritto psa,ecografia trans rettale,ed esame culturale urina e sperma con eventuali antibiogramma.
L Urologo dice che posso stare tranquillo eventualmente parla di unifiammazione..
vorrei sapere dopo quanto fare esame del psa dopo esplorazione cioè intendo dire se è necessario aspettare per non falsare l esame.
Oltre a questo se fare esame sperma e psa nella stessa mattinata può ancora falsare il risultato del psa,
dalla visita si può già escludere abbastanza??
Ultima cosa,il coito interrotto ripetuto,per coito interrotto intendo fermarsi poco prima e non eiculare,può creare infiammazione alla prostata??
Ringrazio molto per le risposte.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Faccia passare 3-4 settimane dall'esplorazione rettale prima di fare il PSA. Faccia inoltre prima il PSA e poi la raccolta dello sperma. Il coito interrotto sicuramente non fa bene alla prostata. Stia tranquillo perché i sintomi e la visita che ha fatto indirizzano verso una patologia infiammatoria della prostata. Gli esami che farà saranno di aiuto nella diagnosi. Spero di averla rassicurata. Cordiali saluti.
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#2] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certamente se vi è il concreto sospetto di una infiammazione e tantopiù se è stata eseguita recentemente una palpazione della prostata (senza rilevare sospetti), diremmo che non sia opportuno eseguire l'esame del PSA prima di un paio di mesi almeno. Il rischio di ottenere dei valori falsamente alterati è infatti molto elevato: Invece è ovviamente il caso di eseguire ora la spermiocoltura, in una fase ancora presumibilmnte attiva in cui è più probabile cogliere qualche positività, spesso molto sfuggente. Ritardare abitualmente l'eiaculazione è una pessima abitudine, che molto spesso è causa di congestione e successiva infiammazione della prostata.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#3] dopo  
Utente 405XXX

Dr.Bottai e Dr.Piana,ringrazio molto per le chiare risposte,a questo punto non so come comportarmi,l'ecografia la eseguirò venerdì prossimo poi con gli esami completi devo tornare dall' Urologo.
se ho ben capito quindi io eseguo spermicoltura ed eco ed aspetto per il PSA,giusto?
l'ecografia a quanto dice l'urologo mi è stata richiesta per escludere una presenza di calcolo nelle vaschette seminali(?)perchè secondo lui il coito interrotto lo può avere creato,è possibile?
Inoltre durante l'esplorazione sentivo del bruciore che più che altro si ripercuoteva sulla punta del glande..
Non capisco perchè non mi è stata detto di questa accortezza del PSA dal medico in questione..
Già io rappresento il classico ipocondriaco e tra la paura delle risposte e altro sono già in crisi..anche se mi ha rassicurato che dall'esplorazione non ha evidenziato assolutamente niente.
Grazie infinite per le risposte!

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Che il coito interrrotto provochi la formazione di calcoli nelle vescichette seminali ci pare inverosimile, certamente non vi siete compresi bene. Tutti i disturbi proatatici irritativi tendono ad irradiarsi lungo l'uretra verso il glande, quindi anche la dolorabilità indotta dalla palpazione. Evitare di effettuare l'esame del PSA in fase "acuta", sempre che non vi siano chiari ed evidenti sospetti, ci evita di ottenere con molta facilità risultati falsamente positivi ed indurre inutili preoccupazioni. Tanto più se lei è "il classico ipocondriaco".
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio Dr.Piana,è proprio quello che scrive anche Lei che mi gira per le mente e cioè che abbia richiesto l'esame PSA subito per dei sospetti che magari non mi ha riferito alla visita..anche se mi ha detto che non erano urgenti..
Le riporto anche il referto della visita, da cui gradirei un suo commento:
prostata di circa 4 cm di diamentro,solco mediano conservato,non rilevati noduli.Non emissione di secreto prostatico dopo massaggio.
sono preoccupato,la ringrazio del suo tempo.
saluti.



















[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Attendere qualche mese comunque non può fare alcuna differenza sostanziale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 405XXX

Grazie ancora,ma del referto che ne pensa?

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non si può giudicare alcunché, si prende unicamente atto di quanto il Collega segnala, che non pare certamente sospetto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 405XXX

Grazie ancora aggiornerò,se non disturbo,dopo le altre visite ed esami.
Saluti.

[#10] dopo  
Utente 405XXX

Buongiorno,
purtroppo la mia ipocondria e la mia ansia,non ci dormo la notte,mi hanno portato ugualmente ad effettuare gli esami...
sangue,urine,urinocoltura e spermicoltura sono risultate tutte negative.
Il PSA mi ha invece messonel panico..
riporto i valori:
PSA TOT.1.47
PSA LIBERO 0.38
RAPPORTO 26
Cosa mi potete dire?
Ringrazio e mi scuso ma sono nel panico...

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nel panico per qual motivo? Il valore del PSA totale (1,47) rienra ampiamente entro i valori normali. Per valori inferiori del PSA totale a 4 ng/ml la valutazione del PSA libero non ha alcun significato e di fatto non dovrebbe essere effettuata Non se ne sprecano già abbastanza di soldi nella sanità italiana?
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 405XXX

Grazie Dr.Piana,
Sono nel panico perchè ho letto che un valore di PSA libero inferiore di molto rispetto al PSA tot. può essere sintomo di tumore..
Inoltre non capisco anche il perchè l'Urologo mi vuole fare anche Eco transrettale..dice per scrupolo in più e prevenzione...eppure credo che il valore di 1.47, oltre ad essere basso, si sia mosso a causa dell visita fatta 4 giorni prima.
Io so che con eplorazione rettale negativa,come affermato dall'Urologo,ed esami negativi la Eco sarebbe inutile..
purtroppo mi affido troppo ad Internet da vero ipocondriaco...
Riguardo alla spesa pubblica io non sapevo queste cose,la visita e eco comunque sono fatte privatamente ,sempre per accellerare e calmare la mia ipocondria...
Grazie infinite,se gentilmente mi potrebbe dare qualche altro consiglio..
Saluti.

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il PSA libero viene purtroppo ancora eseguito di routine da molti laboratori, a meno che lo specialista specifichi che il PSA totale è sufficiente. Ancora una volta, le assicuriamo che con un valore di PSA così basso e l'assenza di particolari sospetti alla visita diretta, non vi è ragionevolmente nulla da temere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 405XXX

Guardi Dr.Piana io la ringrazio veramente tanto,gli esami lo specialista li ha richiesti specificando PSA tot e PSA libero.
Ora farò anche questa benedetta eco sperando che vada tutto bene..
Spero solo che l'Urologo sia stato franco con me e non abbia omesso di segnalarmi suoi sospetti perchè nella medicina di oggi credo che i segreti non vadano tenuti,anche perchè io ho espressamente richiesto se aveva dei dubbi e mi ha risposto di no,confermato poi anche nel referto che mi ha rilasciato e anche riportato sopra.
Grazie infinite!!!

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ad essere scrupolosi, salvo situazioni particolari, oggi lo specialista dovrebbe richiedere il "PSA REFLEX" che indica al laboratorio di eseguire il PSA libero solo se i valori del totale sono superiori ai valori normali del laboratorio stesso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 405XXX

Questo medico mi ha creato un gran confusione e purtroppo la mia ansia mi far star male...a questo punto non so nemmeno se domani eseguire eco anche perché lui non ci sarà ed io non potrò sentire che ne pensa...
So che le chiedo troppo ma se la rimando alla prossima settimana cambierà qualche cosa???
Grazie ancora Lei è veramente gentile e un bravo Medico!!

[#17] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Da una parte le diremmo di togliersi il fastidio, ma d'altronde pochi giorni d'attesa in più non possono ragionevolmente modificare alcunché.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#18] dopo  
Utente 405XXX

Grazie,ci penserò in nottata....il fastidio intende l'ansia?
Purtroppo per quelli come me non vi è pace...ancora non riesco ad essere sereno, nonostante gli esami e la visita negativa, perché non capisco il motivo della eco...e mi tormento...
Gli auguro una Buona Pasqua!!!
Saluti.

[#19] dopo  
Utente 405XXX

Buonasera,ancora non ho effettuato l'ecografia transrettale perchè ho avuto una forma influenzale,la farò Lunedì prossimo.
Al riguardo vorrei sapere se è vero che tale esame viene effettuato solo in caso di sospetto perchè ho letto che di solito viene effettuata quella addominale..
anche parlando con miei coetanei ho riscontrato questa cosa, cioè chi si è rivolto all'Urologo per problemi,dopo visita ed esami negativi,al massimo è stata richiesta una eco addominale..è verità quello che ho saputo??
Altra cosa è che leggendo attentamente gli esami dell'urina sono tutti a posto ma nell'esame del sedimento ho notato che è presente muco e spermatozoi...
premetto che ho fatto la raccolta dello sperma e subito dietro la raccolta delle urine può essere che gli spermatozoi siano stati trovati per questo motivo??
Grazie per le risposte.
Saluti.

[#20] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' assolutamente ovvio che se si raccolgono le urine dopo l'eiaculazione. le stesse contengano muco e spermatozoi. Le ribadiamo che non suo caso non vi può essere alcun sospetto particolare e che l'ecografia trans-rettale è stata richiesta perché probabilmente rientra nelle abitudini del nostro Collega. Non nelle nostre, ma ognuno di noi è ovvimente libero di seguire i propri principi, sempre a fin di bene.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#21] dopo  
Utente 405XXX

Dr. Piana la sua disponibiltà e chiarezza è veramente toccante specialmente per gli ansiosi come me,quindi La ringrazio ancora una volta!
Ma non capisco se ho tutti gli esami a posto specialmente quelli culturali,cosa potrei avere?
Cioè un'infiammazione alla prostata è possibile pur non avendo un riscontro esami?
Grazie tante.
Saluti.

[#22] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gli esami "culturali" sono al limite quelli scolastici ...
Buona parte dei disturbi prostatici del giovane, quindi non legati all'ingrossamento dell'età matura, decorrono senza particolari alterazioni degli esami.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#23] dopo  
Utente 405XXX

ahahah..ha ragione,una "u" invece di una "o"..da vergogna...
Ok attendo eco e poi riporto il tutto all'Urologo.
Ancora grazie!

[#24] dopo  
Utente 405XXX

Buonasera,sono di nuovo a scrivere perchè si è ripresentato il problema dell'emospermia e ovviamente sono di nuovo in ansia..
Ho già prenotato visita urologica che avrò domani,nel fattempo ho eseguito esami sangue completi con PSA il cui valore totale è 0.73,esami urine dove ci sono tracce di muco nel sedimento a posto il resto.
Sono in attesa di urinocoltura e spermicoltura.
Possibile che si ripresenti di nuovo il sangue??
Alla ecografia trans rettale dello scorso anno non venne trovato niente di anomalo,e nemmeno a livello di reni e vescica,tant'è che il Medico Urologo non prescrisse niente..
Non ho altri sintomi urologici da segnalare.
Ringrazio per la risposta.
saluti.

[#25] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Come probabilmente già evidenziato in passato, la presenza di tracce di sangue nel liquido seminale, in assenza di altri sintomi di rilievo o significative alterazioni agli accertamenti di primo livello, viene considerata una manifestazione benigna e non preoccupante. Le vie seminali sono lunghe e tortuose, basta un solo punto dove si perdano poche gocce di sangue per mutare le caratteristiche del liquido seminale. Non è praticamente quasi mai possibile individuare il punto preciso del sanguinamento, che abitualmente è episodico e di breve durata. Raramente la manifestazione tende a perdurare o ripetersi frequentemente nel tempo, in questi casi più rari vengono abitualmente prescritti farmaci "vasoprotettori". Si tratta comunque di prescrizioni empiriche e dal significato palliativo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#26] dopo  
Utente 405XXX

Dr.Piana la ringrazio per la sua consueta disponibilià e professionalità,ho ricevuto anche urinocoltura ed è negativo..a questo punto aspetto il colturale del liquido seminale e la visita.
Ovviamente sono nel "panico" per la mia ipocondria..speriamo bene...
Grazie infinite.

[#27] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ben altre sono le situazioni che sarebbe potenzialmente in grado di giustificare il panico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#28] dopo  
Utente 405XXX

Ha ragione Dottore..
Grazie ancora,se non disturbo aggiorno dopo visita.
Saluti.