Utente 297XXX
salve, ho svolto un'ecografia dopo che accusavo dolore al fianco dx .
L'esito dice :

Reni bilateralmente in sede di dimensioni regolari ( DL 10,7 cm a sinistra e 10,5 cm a destra) con rapporto cortico-midollare normale per l'età, lieve iperecogenicità a destra dove sono maggiormente presenti spot iperecogeni come da micro litiasi, alcune millimetriche cisti parapieliche bilaterali.
Assenza di dilatazione pielica e dell'origine degli ureteri. Sbocchi ureterali pervie non dilatati. Vescica distesa senza lesioni evidenti alle pareti.
Prostata di forma regolare ad ecostruttura finemente disomogenea e di dimensioni ai limiti superiori della norma ( DAP 32 mm DT 38mm DL 34 mm). Meteorismo addominale. Utile esame delle urine.

Il dolore lo avverto ancora , a volte è molto forte altre volte meno. Sto bevendo acqua di Fiuggi. Lunedì faccio segnare le analisi delle urine. Per il dolore come devo comportarmi? Grazie. ( inoltre quanta acqua bere al giorno: 1,5 lt o 2?)

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Perché beve un'acqua così costosa? Non vi è alcun motivo ragionevole per pensare che in questo momento le possa dare vantaggio.
La cosoddetta "renellla" non può essere di per sè causa del dolore. Il dubbio è che vi possa essere comunque un piccolo calcolo in discesa dal rene verso la vescica, che l'ecografia non riesce ad individuare. La circostanza non è inverosimile, il dubbio dovrebbe però essere confortato dagli esiti di una attenta visita specialsitica, poiché molti dolori lombari non hanno cause renali, ma legate alla colonna vertebrale. L'urologo esperto è uin grado di differenziare questa condizione e se opportuno consigliare comunque un approfondimento diagnostico, consistente nella TAC dell'addome senza mezzo di contrasto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 297XXX

salve , ho effettuato test delle urine e i risultati sono:
Aspetto lievemente torbido
Colore II Vogel
Reazione Acida
Peso specifico 1028
Emoglobina Presente (+)
Leucociti Alcuni
Emazie NUmerose
Cellule delle alte vie assenti
Cellule delle basse vie rare
Cilindri assenti
Cristalli Rari ossalati

Urinocultura Negativo
Antibiogramma non eseguibile ( come mai ???)
Per il resto , le altre voci riportano la dicitura assenti.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se l'urocoltura è negativa (ovvero non vi è presenza significativa di batteri) ovviamente l'antibiogramma non si esegue, poichè non avrebbe alcuna utilità. Per il resto, vi è significativa presenza di tracce di sangue nelle urine. Considerato l'esito dell'ecografia e la sua storia, si rinforza il dubbio della presenza di un calcolo misconosciuto, la maggioranza di noi specialisti probabilmente proporrebbe in questa fase un approfondimento diagnostico con l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto, come già le anticipammo nel nostro precedente contributo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 297XXX

grazie mille per la risposta :) Venerdi vado dal medico e vediamo cosa mi prescrive. Qualora ci fosse un calcolo come si procede poi ?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non mettiamo il carro davanti ai buoi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 297XXX

Sarebbe secondo lei opportuna anche visita urologica ? Per la prostata ingrossata ?

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Pare ovvio che tutta questa situazione debba essere valutata da un nostro Collega specialsita in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 297XXX

Prenotata visita nefrologica ( per 11/05) e dato ciproxin 750 + topster per la prostatite. In seguito seguirà visita urologica

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per chiarezza, la calcolosi renale, nei suoi aspetti che possono comportare l'esecuzione di trattamenti ed interventi di qualsiasi tipo, è di competenza dello specialista in urologia. Il nefrologo ha un ruolo marginale, in siatuazioni in cui si associa l'insufficienza renale, ovvero nei rari casi in cui la calcolosi sia dovuta a particolari difetti metabolici del rene.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing