Utente 459XXX
Buonasera,
sono all'estero per le ferie.
Stamattina ho iniziato ad avere i sintomi delle cistite (già avuta anche anni fa): continua sensazione di dover urinare abbinata a bruciore e fastidio.
Mi sono recata nella farmacia più vicina chiedendo qualcosa per la cistite.
Mi ha dato:
- BACTRIMEL Sulfamethoxazole + Trimethorprim 800+ 160mg 2 volte al giorno
- CISKUR Cran-Komplex 20x280mg 3 volte al giorno

Le mie domande sono:
1) può BACTRIMEL interferire con YASMINELLE?
2) sono solita prendere YASMINELLE alle 20:00, a che ora posso prendere BACTRIMEL?
3) se ho avuto rapporti non protetti ieri, BACTRIMEL può farmi rischiare una gravidanza?
4) nella scatola sono presenti 10 pillole, ovvero 5 gg di trattamento, possono bastare?
(La comunicazione con il farmacista è stata difficile per via della lingua estera)

Grazie in anticipo
Attendo notizie

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'interazione della pillola con gli anticoncezionali è un fatto non pienamente definibile, poiché entrano in gioco molti fattori difficilmente quantificabili (funzione intestinale, equilibrio della flora batterica). Pertanto è sempre saggio consigliare di proteggere i rapporti con il preservativo nel periodo della terapia fino a qualche giorno dopo il termine. Come abbiamo detto, si tratta di un tipo di interazione indiretto, pertanto non è ragionevole pensare che si instauri istantaneamente, pertanto non staremmo a farci troppi problemi per il primo giorno di cura. Per il resto, si tratta di una di una terapia empirica molto comune per le infezioni delle basse vie urinarie, 5 giorni di terapia possono bastare. Le perdoniamo per questa volta l'approccio empirico poiché si trova in condizioni disagiate, ma ricordi che in questi casi oggigiorno l'antibiotico è da utilizzare in prima battuta solo in caso di febbre o complicazioni (presenza di sangue, eccetera). Il primo approccio alla cistite "semplice" dovrebbe essere sempre solo un incremento notevole nell'assunzione di liquidi (2 litri e più al giorno). Questo in genere è in grado di controllare le manifestazioni più semplici, che sono comunque la maggioranza dei casi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 459XXX

La ringrazio per la gentile risposta.
Per quanto riguarda invece l'orario di assunzione serale? Due ore dopo la pillola anticoncezionale vanno bene?
Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenda la pillola sempre alla stessa ora, il resto è indifferente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 459XXX

Buonasera,
Dall'ultimo messaggio che ci siamo scambiati ho provato ad evitare l'antibiotico (preferisco non prenderlo se posso evitare), assumendo 2/3 litri di acqua al giorno, più assunzione di ananas (per le sue virtù antinfiammatorie) e l'integratore al Mirtillo rosso che mi aveva dato il farmacista (CISKUR). Sono passate 48 ore e la situazione rimane abbastanza invariata:
- bisogno costante di urinare (anche subito dopo averla fatta)
- fastidio
- leggero bruciore ogni tanto

Secondo lei è il caso di prenderlo ora? O dovrei aspettare ancora?
Posso prenderlo alle ore 00:00 precisamente 4 ore dopo la pillola?
Mi perdoni ma mi sto rovinando le vacanze con questo problema.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Quando si inizia una terapia antibiotica è buona norma almeno completarla per il periodo minimo disomministrazione, a meno che insorgano effetti collterali devastanti. Ma evidentemente lei preferisce far di testa sua o farsi curare dal farmacista ... Il cotrimossazolo va assunto ogni 12 ore circa, non vi sono ovviamente indiacazioni di orario e neppure di ragionevole distanza dall'assunzione della pillola.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 459XXX

La terapia antibiotica non è MAI stata iniziata, si capisce molto bene dai miei messaggi.
Ho chiesto un consulto sulla terapia che mi è stata consigliata dal farmacista estero, lei mi ha detto che di solito si prova a trattare con molta acqua se non insorge sangue o febbre, ed io ho deciso di non iniziare l'antibiotico per vedere l'evoluzione del problema.
Non ho iniziato e lasciato a metà!
La lettura, da parte vostra, con più attenzione permette al paziente, in questo caso a me, di non fare la figura delle stupida.
Se un farmacista mi da un'antibiotico e un medico specializzato consiglia sempre di usarlo come ultima spiaggia, provo a non prenderlo per vedere se la situazione migliora (con molta acqua e con il mirtillo rosso).
Cordialmente.

[#7]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Rispondiamo gratuitamente a decine di messaggi al giorno, qualche minimo dettaglio ci può sfuggire, ci perdoni. Se la cistite se ne va senza antibiotico siamo tutti più contenti, altrimenti si intraprenda codesta terapia senza esagerati patemi d'animo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing