Utente 461XXX
Buonasera,
oggi, in data 30/08, sono stato sottoposto ad una circoncisione totale per fimosi serrata. Domani mattina dovrei fare la prima medicazione. Vorrei chiedere se come prescritto dal chirurgo , possa andar bene medicare le ferite tramite lavaggio, da subito, con acqua e sapone neutro, oltre a delle creme per cicatrizzare da mettere sui punti. Non è che lavando la ferita sotto l'acqua corrente, possa prendere infezioni ? In caso si può usare anche una soluzione fisiologica?E per i punti, non c'è il rischio che si possano riassorbire prima con l'acqua ?
Infine vorrei chiedere come fare per staccare le garze attaccate ai punti o alla ferita.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Lei pensa che l'acqua del suo rubinetto sia infetta? Se così fosse, ahimè, in zona sareste già morti tutti da tempo! Sulla medicazione della circoncisione ogni chirurgo la vede a modo suo, comunque sostanzialmente si tratta di un intervento molto banale, in cui sono coinvolte solo strutture superficiali. Noi pensiamo che, sostanzialmente, un modo di fare valga l'altro, non ci sono differenze sostanziali e la guarigione arriva comunque gradualmente dopo alcune settimane. Se le garze si attaccano, basta inumidirle con dell'acqua normale od ossigenata. In alternativa si possono usare le garze "grasse" (es. Fitostimoline e simili) che non si attaccano alla ferita.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 461XXX

No Dottore, non penso che sia infetta. Ho chiesto, perché pensavo che magari su una ferita fresca , si dovesse mettere una soluzione come amuchina o altro.
Vorrei chiedere se è normale che il meato sia gonfio? (si è formato quasi un solco).

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il meato è una parte molto delicata, talora basta l'esposizione ai disinfettanti per causare irritazione e rigonfiamente, nulla di preoccupante comunque. Pensiamo che comunque lei possa seguire tranquillamente le indicazioni che le sono state impartite.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 461XXX

Buongiorno Dottore ,
sono al secondo giorno di medicazioni, e noto che alcuni punti di colore bianco , iniziano a staccarsi. Sembrano striscioline di cotone. È normale ?
Inoltre ho anche dei punti di color grigio scuro che sono molto duri e per adesso , rimangono dove sono. Si è formato una sorta di "salsicciotto" di carne dove ci sono i punti nella zona laterale del glande .
Applico 1 volta al giorno cicatridina , come prescritto dal chirurgo.
Nella parte frontale (rivolta verso di me) sotto alla corona del glande , non riesco a vedere i punti, perché la pelle è quasi attaccata. Riesco ad abbassarla un po' e intravedo una fila di piccoli punti , solo che non riesco a metterci la crema. Succede qualcosa ?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Tutto quel che ci riferisce è ampiamente compatibile con questa fase post-operatoria.Il filo di sutura è normalmente scuro e facilmente individuabile. per la medicazione vale sempre la regola di fare quell che si può, senza forzare, ed avere pazienza e fiducia nel fatto che gradualmente tutto si sistemerà.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 461XXX

Va bene Dottore. La ringrazio.

[#7] dopo  
Utente 461XXX

Salve Dottore,
sono passati 5 giorni e credo che la cura stia proseguendo bene. Non ho nessun sanguinamento già da giorni.
Solo che nella parte del frenulo, i punti sono diventati quasi come delle crosticine di color giallastro. Ritrovo questa sostanza anche in piccole quantità nella garza dove toccano i punti. Potrebbe essere pus o deriva dalla cicatrizzazione ?
Grazie.

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' siero, non è pus, stia sereno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 461XXX

Buongiorno Dottore,
oggi sono andato per il controllo dall'urologo. Ha detto che la guarigione va bene, e mi ha prescritto del nimesulide, perché credo che ci sia un po' di infiammazione. Mi ha detto che non avrei dovuto usare le garze per tutto il tempo, ma lasciarlo libero così da velocizzare la guarigione. Ora il problema è l'ipersensibilità che rende difficoltoso l'uso degli indumenti. Cosa potrei usare per migliorare questo problema ?

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In qualche modo bisogna pur proteggere il galnde, più che dal contatto, dallo sfregamento con gli indumenti. Molto dipende dal suo livello di sensibilità, diciamo che un cappuccetto di garza può bastare, senza stare ad impacchettare troppo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 461XXX

Si, infatti farò così, perché senza nessuna protezione , non riesco neanche a camminare tanto il fastidio.
La ringrazio della sua attenzione.

[#12] dopo  
Utente 461XXX

Salve dottore,
sono passati 9 giorni dall'operazione. Noto che le ferite si stanno cicatrizzando, ma in alcune parti con più lentezza , perché in alcune zone si formano delle piccole escoriazioni che lasciano un po' di sangue misto crosticine nella garza. Credo che sia dovuto anche allo sfregamento con il boxer , visto che sto cercando di lasciarlo senza garze il più possibile . È normale a 9 giorni?
Sto usando cicatridina 1 volta al giorno prima di andare a letto. Noto che non viene assorbita tutta perché rimangono residui di crema. Secondo lei potrei aumentare l'uso durante il giorno? Il medico non mi ha dato nessuna indicazione su ciò.
Grazie

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A 9 giorni dall'intervento può tranquillamente passare ad una normale igiene locale con acqua e detergente neutro (tipo quello per neonati). L'urologo sconsiglia sempre vivamente l'uso dei boxer, in quanto è sempre opportuno (per lei ancor di più in questa fase) che i genitali restino fermi e raccolti il più possibile. Pertanto si raccomenada l'adozione di mutande elastiche aderenti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 461XXX

Va bene dottore , e per l'uso della pomata cicatridina più di una volta al giorno , può essere di aiuto o basta solo la dose prescritta dal medico, ovvero 1 volta al giorno?

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A nostro giudizio il suo utilizzo non dovrebbe più essere indispensabile, comunque lei segua pure le indicazioni del nostro Collega.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing