Utente 780XXX
Buonasera,
Nel 2014 ho avuto la trombosi di una vena surficiale sul lato destro del pene. Si presentava con una pallina dolente al contatto. Problema risolto con antifiammatorio. la pallina, gonfiore era scomparsa nel tempo. Oggi, purtroppo, ho un nuovo problema, sento un gonfiore sul lato destro in basso ma piu interno. Ho effettuato un ecografia e risulato: trombosi vena circonflessa superficiale vicino glande. La stessa vena? Non saprei dirlo, ma a contatto la sento piu interna sotto il glande.
Sono passata dieci giorni, ma il dolore sussiste. Ho erezioni con dolore solo in riposo e seduto.
Per il resto l ecografia non ha riscontrato altri problemi. Nel 2014 mi dissero della malattia di Mondor, ma non confermata con l ultima ecografia..... Vena dorsale e corpi cavernicoli ok.
Il medico curante mi ha consigliato voltaren compresse, due al giorno per 15 giorni, l urologo non ha ritenuto necessaria la visita a seguito della conclusione del ecografia.
Cosa ne pensate? Il voltaren é sufficiente? Devo stare a riposo? Il fatto di non avere di fatto una pallina evidente come la prima volta, ma solo un dolore interno é normale?
Vi ringrazio.
Buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
se si tratta di una trombosi venosa dei una delle circonflesse del pene è una condizione che tenderà ad autorisolversi. tuttavia, mi permetto di consigliarle un consulto specialistico evitando il fai da te che può essere deleterio in altre condizioni.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno Dr Izzo,
La ringrazio per la risposta. Ho appuntamento con un altro urologo a dicembre. Ieri ho cominciato a prendere il voltaren compresse come consigliato dal medico (confermato dall urologo che mi seguiva nel 2014).
Desideravo chiederle un altra cosa. Sono stato circonciso, frenulo corto, quando avevo 8 anni, e solo quale anno fa ho notato che dopo rappori sessuali intorno al prepuzio avevo sempre un rigonfiamento ma niente dolore. Il rigonfiamento scompariva dopo 1 oretta circa.
Il problema della trombosi della vena puo essere collegata dunque alla circoncisione (esteticamente non perfetta, con pelle in eccesso e un po tirata in erezione)? Se si, kquali controlli dovrei fare?
Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
Non vi è correlazione.
Per l esito della circoncisione e del gonfiore che scompare dopo un oretta ne parli con lo specialista che la visiterà in modo da chiarire dubbi e quadro clinico.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 780XXX

Buonasera,
Oggi sono stato visitati dall'Urologo il quale dopo esame ha confermato la trombosi vena superficiale vena. Per il resto tutto ok. Mi ha consigliato di sostituire l antiffiamatorio Voltaren con una pomata ad applicazione locale di nome BETNEVAL (principio attivo Betamethasone..... Vivo in Francia e penso sia un medicinale venduto da noi).
Ritiro domani la pomata in farmacia, spero non provochi bruciori al contatto col glande. Da usare per 15 giorni e applicazione serale.
Tuttora ho dolore un po diffuso, sul lato destro e ke si irradia verso sinistra attraverso il prepuzio.
Mi ha consigliato di fare un analisi del sangue per la coagulazione del sangue, non conosco che tipo; per l urologo avere due trombosi simili richiede altri accertamenti.

Secondo voi la pomata ha un efficacia superiore del voltaren compresse?
Vi ringrazio e buona serata.

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
io indicherei, come il collega, una terapia topica. La terapia per via orale la ritengo eccessiva in questo caso.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#6] dopo  
Utente 780XXX

Buonasera,
Desideravo aggiornarvi dopo 15 di trattamento locale con la pomata. Purtroppo provo ancora dolore a riposo, qualsiasi momento della giornata. Ho riscontrato che al tatto sul lato destro ho una vena dura, tipo spaghetto, che parte dal glande e arriva all attacco del pene (mi scuso ma non conosco bene la terminologia medica). Inoltre sembrano essersi formate due piccoli nodi, non presenti nell ecografia.
Non ho problemi di erezione e non noto particolare dolore della vena durante l erezione stessa. In effetti, provo bruciore solo dopo un erezione.
Sto continuando con la pomata cortisonica, pero comincio a preoccuarmi seriamente.
Dovrei fammi visistare da un altro specialista?
É normale provare fastidio/dolore a riposo?
Vi ringrazio .

[#7] dopo  
Utente 780XXX

Buonasera, oggi sono ritornato dalla urologo in quanto il dolore non mi lascia. Dopo una seconda visita, mi ha consigliato di rifare l ecografia in quanto non riscontra niente alla palpazione.
Morale: secondo lui potrebbe essere anche una placca sui corpi cavernosi quindi la malattia di Peyronie.
Ho 36 anni e vedendo un Po su internet la cosa mi preoccupa.
Mi chiedevo, questa malattia dovrebbe portare dolore solo in erezione invece io anche a riposo. E poi ho riscontrato, solo oggi dopo letture, una deformazione denominata a clessidra ke si presenta durante un erezione, in questo caso cosa significa?
Boh, il dolore persiste.
Grazie per il vostro aiuto.