Utente 475XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 25 anni; ad Aprile dello scorso anno, ho iniziato a sentire una sorta di "pressione/fastidio" ai testicoli, e dopo una visita, il medico curante mi diagnosticò un piccolo varicocele e una leggera infiammazione dell'uretra somministrandomi il Genurin da assumere per 4/5 giorni oltre agli esami delle urine per escludere altre possibilità; esami delle urine negativi e fastidio risolto;
Fino ad ottobre sempre dello scorso anno, quando il fastidio ai testicoli si è ripresentato ma accompagnato da un forte bruciore al glande che si irradiava lungo tutto il pene; il mio medico mi ha quindi indirizzato da un urologo per una visita specialistica e la diagnosi è stata: "probabile prostatite" e come cura l'urologo mi ha prescritto
- Mictalase supposte (2 g) per 20 giorni;
- prostadep per 3 mesi (ancora in corso di assunzione)
da iniziare contemporaneamente; (la visita dall'urologo è avvenuta alla fine di novembre e la cura è stata iniziata ai primi di dicembre);
Ora, dopo aver concluso con le supposte, sto proseguendo con il prostadep; la situazione è sicuramente migliorata, ma oltre ad avere dei saltuari bruciori sempre al glande (nel senso 1 giorni si e 3 no per esempio), la cosa che però mi è capitato di notare, è che SOLO durante l'erezione il glande da l'impressione di essere screpolato e talvolta lucido, come se la pelle fosse "tirata" cosa che invece non è presente senza l'erezione; mentre una sorta di macchia rossa, grande praticamente come tutta la parte "frontale" (se cosi si può chiamare) del glande che è costantemente presente.
Unica particolarità che mi viene in mente, è che durante il periodo ottobre/dicembre, io e la mia ragazza abbiamo utilizzato un lubrificante che è venuto a diretto contatto con il glande.

mi scuso per essermi dilungato, e ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

un caso come il suo non potrebbe essere giudicato senza poter vedere io paziente, visitarlo e vedere il suo pene
il web non consente questo
si faccia visitare o ne parli con il suo specialista
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Salve,

la ringrazio per la risposta; nel frattempo sono tornato dal mio medico curante per una visita, ma come scrivevo, la condizione particolare si presenta solo durante e poco dopo un'erezione e quindi non riscontrabile durante la visita, di fatti per il medico è tutto nella norma, mi ha detto che probabilmente c'era un po di secchezza e mi ha prescritto una crema (Gyno-canesten) che pur essendo per uso vaginale mi ha detto che poteva essere utile. Ma nonostante i 10 giorni di cura, nulla la situazione rimane la medesima.
Volevo chiedere se possa essere una sorta di reazione allergica dovuta magari al prostadep, perchè è una condizione che si è presentata dopo l'assunzione di questo farmaco che sto continuando ad utilizzare, e se così non fosse, da quale specialista sarebbe più utile recarsi ? Un urologo o dermatologo ?

grazie mille per l'attenzione.

cordiali saluti