Utente 463XXX
Buon giorno, Volevo sapere se una escrescenza in vescica è visibile sia a vescica piena che a vescica vuota? Il motivo di tale domanda è dovuto al fatto che mesi da mi è stato stata riscontrata escrescenza in vescica ma l'uroogo mi ha fatto urinare e mi ha detto: " ok ora non c'è più sarà stata una piegolina" invece scorsa settimana sono andato da altro urologo per essere sicuro e mi ha detto che è visibile escrescenza di 7mm e che se vescica era vuota non si nota più. Tutto questo mi confonde e volevo capire. E chiedo vostro parere premetto che sono stato operato per escrescenza in vescica a settembre scorso e il cui esito è stato infiammazione. Grazie, distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il recente riscontro endoscopico negativo per tumore certamente è tranquillizzante e può portare ad interpretare quanto si osserva in ecografia in modo meno "sospettoso". Vi sono infatti parti della vescica che in ecografia possono apparire irrgolari, ma il loro aspetto varia con ol grado di riempimento. In ogni caso, lo specialista sa bene che la prudenza non è mai troppo, pertanto se il sospetto dovesse divenire più consistente a controlli successivi, la ripetizione di una endoscopia sarebbe certamente da consigliare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Grazie dott. Piana per la sua pronta risposta volevo chiederle vista la duplice interpretazione dell:ecografia sia possibile si trattasse di piegoline in vescica che a vescica vuota scompaiono? E volevo chiederle un consiglio in merito a ciò che è meglio fare, ma intendo: conviene ripetere ecografia a vescica piena o vuota? E poi è possibile una ricrescita di escrescenza a soli 6 mesi dall'intervento? Dovrò operarmi costantemente ogni anno? Sono molto preoccupato sicuro di una vostra pronta risposta porgo distinti saluti volevo informarla inoltre che dal punto di vista clinico Jon avverto disturbi urinari

[#3] dopo  
Utente 463XXX

Salve mi scuso per il nuovo disturbo vi scrivo per aggiornarvi su ciò che mi ha consigliato il mio urologo che tra l'altro mi ha anche operato: citologia in tre giorni. Ecografia vescica piena e cistoscopia con flessibile dice meno invasiva e con anestesia locale con gel. Vi chiedo se per voi è il giusto iter da seguire e se la cistoscopia con anestesia locale e non spinale risulta dolorosa. Buona serata e grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'ecografia della vescica si esegue sempre ovviamente a vescica piena. per il resto, bene così.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 463XXX

Buon giorno dott piana, le scrivo per aggiornarla in merito mia situazione. L'urilogo che mi ha operato che descrive la "nuova" escrescenza come possibile cicatrizzazione del precedente intervento mi ha consigliato di effettuare nuova ecografia da radiologo da lui consigliato il quale dopo aver effettuato ecografia mi ha senza mezze parole detto che non si trattavano di esiti cicatrizzazione ma che a suo parere(dopo aver visto eco prima dell'intervento) che si trattava della stessa escrescenza che a suo parere non è stata tolta con possibile errore del chirurgo. Io già nutriva dei dubbi infatti dopo intervento(settembre) mi sono state fatte tre ecografie Nell ospedale dove operato due a vescica vuota per vedere residuo post minzione ed una(1 novembre) a vescica piena dove urologo di turno mi disse che era visibile escrescenza ma mi fece urinare e mi disse che era tutto ok perché dopo urinario non si vedeva più definendolo possibili piegoline mi chiedo è possibile già dopo 2 mesi ricrescita escrescenza di medesime dimensioni e luogo? O devo dar credito fortemente al radiologo che crede in un errore? E se si esame istologico effettuato e da considerarsi inettendibile?. La ringrazio già per una sua sempre puntuale e dettagliata risposta ne approfitto per augurarle buona Pasqua. distinti saluti

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il compito del radiologo è produrre immagini di qualità, ma la diagnosi spetta all'urologo, ci mancherebbe. Quando poi il radiologo si permette di giudicare l'operato dell'urologo ci pare davvero che si vada troppo in là. Tutte le altre ipotesi ed illazioni lasciano il tempo che trovano. Se vi sono veramente dei dubbi, l'unica soluzione è la ripetizione dell'indagine endoscopica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 463XXX

Grazie dott. Piana sicuramente ripeterò cistoscopia con flessibile per valutare escrescenza le chiedevo solo se a distanza di due mesi si possa già riformare escrescenza la ringrazio anticipatamente buona pasqua

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
È abbastanza difficile che in soli due mesi si formino delle nuove lesioni vegetanti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 463XXX

Buon giorno dott. PIANA grazie per la risposta, appunto per questo i dubbi circa la neoformazione sono tanti potrebbe trattarsi di semplice infiammazione? Comunque la aggiorno circa iter portato avanti : domani mattina eseguiro' cistoscopia con flessibile, poi la aggiornerò e le chiedevo se è dolorosissima senza anestesia mi diceva dottore che userà solo un gel grazie ancora distinti saluti

[#10] dopo  
Utente 463XXX

Salve dott Piana la aggiorno dopo cistoscopia odierna : uretra previa. Lobi prostatico protundenti ma non combaciano. Vescica con lievi note da sforzo con lesioni di circa 1 cm di aspetto papillare in parete laterale dx si consiglia turbo. Che significa? Uretra previa? Papillare? Grazie per la risposta le auguro buon week

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Uretra pervia, ovvero liberamente percorribile.
Vi é una piccola neoformazione della parete destra da sottoporre ad elettroresezione endoscopica (TURB) piccolo intervento che si esegue comunque in anestesia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 463XXX

Buon giorno dott. PIANA grazie ancora per le pronte risposte la disturbo nuovamente per chiederle il significato di papillare e inoltre chiederle se vista la dimensione "piccola" della neo formazione in vescica l'unica metodica da utilizzare sia la Turb o esistano altre metodiche per toglierla perché ho letto anche laser e se è meglio indicato l'una rispetto all'altra inoltre mi chiedevo se è il caso di preoccuparmi o se posso stare tranquillo circa questa neoformazione in base a qualità e aspettative di vita. grazie ancora. Distinti saluti

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per una lesione così piccola la tecnica utilizzata non è influente, d'ogni modo la elettroresezione (TURB) è ancora la procedura di gran luga più diffusa. Papillare vuol dire che la neoformazione non appare solida, ma megetante (come le alghe), questa è la presentazione più comune delle neoformazioni più piccole e meno aggressive.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing