Utente 455XXX
Salve stimati dottori sono un ragazzo di 37 anni però vorrei sottoporre una domanda agli specialisti urologi in quanto ultimamente mio padre di 75 anni sta riscontrando problemi con il PSA, troppo elevato. Dopo un primo esame del sangue in cui il PSA era 10.3 una successiva cura di 6 settimane a base di antibiotici + Permixon e Omnic insieme. Il successivo esame del sangue eseguito proprio ieri ha evidenziato un PSA di 11.4 quindi stabile nel suo valore anomalo. Che cosa potrebbe indicare, la prima visita urologica con ecografia nn era stata in grado di stabilire con certezza se si trattasse di un'infiammazione o un possibile tumore. Si procederà quindi con la biopsia molto probabilmente. Volevo il parere degli esperti dottori presenti qui così mio padre si tranquillizza un po' perché é molto teso dopo l'ultimo responso. Grazie per il servizio che offrite.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In questa situazione oggi si esegue la risonanza magnetica multiparametrica della prostata, per individuare con maggiore precisione eventuali lesioni sospette su cui concentrare l'attenzione con le biopsie.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing