Utente 496XXX
Salve dottori
Circa un anno ho scoperto di avere un calcolo di circa 10 mm al rene dx ,dopo varie cure con citrato di magnesio e potassio il dottore si decise di sottopormi alla litotrissia fortunatamente il calcolo si ridusse da 10 mm a 6 mm,proseguendo con gli integratori ed effettuando un eco il calcolo sembrava sparito...Dopo un paio di mesi si ripresenta una colica ed il calcolo ricompare...negli ultimi mesi sono stato posto ad eco tac urografia...l ultima tac a destra in sede mesorenale e polare inferiore millimetrici(2 mm)e impercettibili formazioni opache...l urologo non mi ha voluto più tenermi in cura dicendomi che non poteva fare più niente,secondo lui questi dolori che durano da tre mesi e si incrementano quando sono in piedi non erano provocati dal calcoli e renella ,consigliandomi di chiedereparere ad un gastroenterologo ci sono stato e mi ha prescritto spasmoxide e un integratore che secondo lui questi dolori sono piu delle coliche che dolori intestinali...sono più di 2 mesi che ho fastidi localizzati al fianco dx...molto spesso i dolori si accentuano quando sono alzato,ed effettuo sforzi,invece,da seduto quasi assenti,le chiedo un ulteriore parere perché sinceramente non so più che pensare.
La ringrazio anticipatamente per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Tutti i dolori che sono condizionati dalla posizione e dal movimento sono quasi sempre legati ai muscoli ed alle articolazioni, in casi come il suo alla colonna vertebrale ed alle sue radici nervose. Il,rene è un organo molto profondo all’interno dell’addome e poco risente del fatto che si sia sdraiati, in piedi, ci si stia muovendo o facendo sforzi. La TAC ci fornisce il massimo delle informazioni possibili per quanto riguarda i calcoli, pertanto se vengono segnalati solo piccoli residui (risultato della litotrissia) nessuno dei quali in via di espulsione, allora è davvero poco probabile che vi possano essere disturbi per causa renale. Pertanto, a nostro sommesso parere, la situazione sarebbe da indagare dal punto di vista ortopedico/fisiatrico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing