Utente 499XXX
Esattamente un anno fa mi sono operato per un varicocele al testicolo sinistro. Per 1 mese post intervento, ho fatto continue visite dall’urologo per accertare che l’operazione avesse avuto un esito positivo. Inizialmente ho avuto un idrocele perché ho fatto attività fisica e non sono stato sufficientemente a riposo. Dopo circa 2/3 settimane sono tornato a farmi visitare e l’urologo ha detto che l’idrocele si era alleviato, fino a scomparire: quindi secondo lui io ero aposto e l’intervento era riuscito bene. Da quando mi sono operato fino ad ora, alla palpazione ho dolore/fastidio al testicolo sinistro. Tale dolore lo riscontro soltanto quando faccio pressione in un determinato punto del testicolo: nella zona alta/posteriore del testicolo sx. Potrebbe essere un dolore legato all’intervento? Inoltre quando procedo alla palpazione del testicolo sx in quel punto, sento come una specie di rigonfiamento. Da questi sintomi cosa si potrebbe dedurre? Grazie per l’attnzione.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'intervento per varicocele non comporta l'asportazione materiale delle varici, ma si limita ad interrompere il loro riempimento da parte di sangue venoso refluente. Pertanto il "pacchetto" varicoso, benché svuotato, resta sempre palpabile e la notevole sensibilità della zona può far sì che questa palpazione sia anche un poco fastidiosa. La progressiva atrofizzazione può necessitare anche anni e non è comunque mai completa. D'ogni modo, se lei ha degli ulteriori dubbi, una valutazione diretta da parte della mano esperta di uno specialista può chiarire e porre eventuali indicazioni all'esecuzione di qualche accertamento (es. ecografia, eco-doppler).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing