Utente 413XXX
Salve,sono fidanzato da quasi tre mesi con una ragazza che amo molto e che con la quale il sesso procede a gonfie vele.Il “problema” sorge nell’ultimo mese..Ho un pene abbastanza grande di circa 19cm e sia attraverso preliminari,masturbazione,anche un bacio appassiona,durante il rapporto sessuale,ho sempre mantenuto un’erezione perfetta.
Nell’ultimo mese stiamo affrontando una situazione un po’ movimentata,dovuta a numerosi disguidi,litigi,soprattutto dovuto al fatto che lei è facilmente irritabile in vista di esami di stato.
Non ho problemi a raggiungere l’erezione però sento che comunque sembra come se mancassero quei due colpi in più per renderla perfetta,infatti quando stiamo consumando un rapporto,il pene non è perfettamente eretto dentro la vagina ma riusciamo comunque a consumare un rapporto e sinceramente lei è sempre e comunque soddisfatta.
In verità a me Questa cosa un po’ pesa perché ho paura che prima o poi mi possa portare a far cilecca perché,non essendo completamente eretto,ho paura che durante il rapporto o ancora prima,mentre infilo il preservativo,io possa perderla del tutto.
Sinceramente non credo che la disfunzione erettile possa venire da un momento all’altro,ma ho letto che molto spesso è data da problemi ansiogeni (può essere dovuto allo stress e il nervoso per questi litigi?)
Comunque,terminando qui,aggiungo che questi problemi di erezione non perfetta insorgono anche quando mi masturbo da solo e anche quando mi eccito senza toccarmi.

[#1] dopo  
Caro signore,
vediamo che succcede dopo gli esami di stato, che fare diagnosi differenziale fra deficit erettivo psicogeno ed organico e la relativa terapia attraverso un computer è difficilino assai e vietato da ordine dei medici e buon senso. Se dovesse perdurare consulti bravo collega dal vivo.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org