Utente 498XXX
Egregi Dottori e Dottoresse buonasera.
Innanzi tutto grazie a voi e a tutti coloro che partecipano al funzionamento di questa piattaforma, personalmente ho trovato questo sito di grande aiuto.
Sono un ragazzo di 28 anni buona forma fisica, non fumo non bevo, faccio un lavoro non faticoso e cerco di fare una regolare attività fisica.
Da circa un anno soffro di DE con problemi di induzione (al più arrivo ad un 60-70%) e mantenimento (bastano pochissimi istanti, meno di 5 secondi, di non stimolazione e perdo completamente quel poco di erezione che riesco a raggiungere).
Non ricordo se tali problematiche si sono presentate improvvisamente o è stato un processo lento e graduato di cui non mi sono accorto. L'unica cosa che mi ricordo e segnalo è che circa a inizio 2017 in seguito ad un movimento sbagliato durante un erezione notturna sono incorso in un dolorosissimo piegamento del pene con una conseguente rapidissima perdita dell'erezione (rapida perdita di erezione che tutt'oggi riscontro).In seguito a questo incidente non ho avuto dolori, ematomi, ne gonfiori per questo motivo l'andrologo/urologo che mi segue ha escluso da subito questo elemento dalla valutazione del mio problema.
Ho eseguito vari esami:
Visita Urologica: Pene regolare, testicolo dx ipotrofico.
Esami ematici e ormonali - tutto nei parametri di riferimento
Eco dopler dinamico:
A 20-25 minuti da iniezione di 10 mcg di caverjet si documenta erezione a 45%, rettilineizzazione delle arterie cavernose con pareti lievemente inspessite, presenza di collaterali tra circolo arterioso cavernoso e quello dorsale con riscontro dei seguenti parametri alla base del pene:
VPS DX 41.4cm/s
VPS SX 43 cm/s
VPD DX 9.4 cm/s
VPD sx 11.5 cm/s
IR circolo dx 0.77
IR circolo sx 0.73
Vista assenza completa erezione non è possibile valutazione attendibile velocità diastolica.
Conclusioni : Vascolarizzazione sostanzialmente nella norma.

In seguito a quanto sopra l’andrologo che mi segue mi ha prescritto Cialis 5mg 1compressa al giorno per tre mesi come strumento riabilitativo del mio sistema vascolare.
Le domande che vi vorrei porre per avere un vostro gradito parere sono queste:
Può un piegamento apparentemente asintomatico aver creato danni vascolari? Di fatto quella fu la prima volta che sperimentai una de-tumescenza eccessivamente rapida, problema di cui oggi soffro costantemente.
A Vostro giudizio l’ecodopler che ho svolto ha fornito risultati validi? Se si essi evidenziano possibili problemi (il dottore che mi ha eseguito questo esame mi ha detto che da una persona della mia età si aspettava parametri decisamente migliori).
Che esame potrei eseguire per indagare più approfonditamente la situazione vascolare, un arteriografia?
Il cialis ( a cui rispondo, anche se non arrivando all’erezione che avevo un anno fa) ha una validità nel trattamento della DE come strumento riabilitativo( produce effetti permanenti)?

Ringraziandovi sinceramente vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

la sua descrizione potrebbe far pensare ad un non corretto/adeguato funzionamento del sistema veno-occlusivo cavernoso.
Alla sua età è abbastanza difficile che l'ecodoppler possa evidenziare anomalie arteriose (le uniche che l'esame può valutare e misurare) Il deflusso venoso può essere valutato come presente ma non precisato in maniera assolutamente precisa.
L'uso del cialis potrebbe avere un senso per aumentare l'afflusso arterioso tanto da superare il deflusso venoso. ma non si tratta di una terapia che risolva il problema ma di un terapia che potrebbe consentire erezioni accettabili fintanto che la assume
Io credo che una valutazione delle sue erezioni notturne con un RIGISCAN, senza prendere il Cialis, possa evidenziare il "potenziale" erettile del suo pene durante il sonno, in assenza di stimoli erotici e fisici ed essere l'esame diagnostico per lei più signbificativo
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org