Utente 494XXX
Buonasera a tutti. Sono un ragazzo di 20 anni.
Oggi vi scrivo per chiederVi un consulto relativo ad una problematica che persiste, ormai, dallo scorso inverno.
Sostanzialmente, da qualche mese a questa parte, urino con eccessiva frequenza (normalmente ogni ora, od ora e mezzo, ma non sono rari gli episodi ogni 20 minuti).
Fino a circa un mese fa, mi capitava durante tutto l'arco della giornata (ad eccezione della mattina) mentre ora mi succede tutte le sere dopo cena.
Sono una persona che non assume mai troppi liquidi, eppure, qualche minuto dopo cena, quando avverto lo stimolo di dover urinare, so già che entro pochi minuti dovrò tornare nuovamente in bagno. Il tutto prosegue per 30-60 minuti, e durante tutto questo tempo sento bruciore nella parte superiore del pene, non lontano dal glande (il glande, di per sè, non mi ha mai dato alcun problema) - come se fosse all'interno, nell'uretra, e non il pene stesso.
Non ho mai riscontrato febbre, nausea, vomito, inappetenza od una sete ingiustificata.
Esame urine più urinocoltura effettuato in Dicembre con esito completamente negativo.
Aggiungo anche che - talvolta - ho problemi nella defecazione, nel senso che sento sempre di non essermi svuotato del tutto. Posso farne molta, o poca, ma è come se mi rimanesse un pezzo dentro (ogni tanto ricorro all'uso di supposte per liberarmi il più possibile).
Da un mese ho spesso mal di pancia mattutini di forte entità, i quali mi lasciano debole, assonnato e confuso per gran parte della giornata, ma non credo possano essere collegati al mio disturbo urinario, motivo della mia richiesta di consulto.

Esame feci mattutine e quelle dei tre giorni effettuato circa tre mesi fa anch'esso con esito negativo.


A che cosa potrebbero essere dovuti questi sintomi? Quale patologia potrebbero rappresentare? Mi consigliereste - eventualmente - una visita urologica?

Vi ringrazio anticipatamente

Buon lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

potrebbe comunque trattarsi di una infiammazione delle vie urinarie e questo ci porta ad indicarle sicuramente una valutazione urologica in diretta con eventuale valutazione ecografica.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com