Utente 223XXX
Salve dottori,

Ho sempre sofferto di cistiti vino all’eta di 12 anni e sono andata avanti così con almeno 2 e 3 episodi l’anno. Nel 2010 ho avuto dei grandi problemi con la cistite (sangue, forti dolori, bruciore da strapparsi i capelli con varie visite al PS) praticamente nel mese di agosto era arrivata seriamente a precludermi la vita, mi veniva un giorno sì e uno no. Ero diventata immune ad ogni tipo di antibiotico! Fino a quando a settembre ho fatto una visita dal’urologo il quale mi ha prescritto UROVAXOM, ho fatto il ciclo di 3 mesi una pasticca al giorno. A fine cura mi è tornata in forma lievissima, presi un monuril e da lì SPARITA! Fino a sabato scorso. Il venerdì ho avuto un rapporto sessuale con il mio partner di sempre un po’ più lungo e durante il rapporto avevo dei forti dolori alla vagina interna e delle perdite bianche molto dense. Il sabato ho iniziato a sentire dei dolori familiari e ho iniziato a bere acqua e ho preso un oki per il dolore. I dolori rispetto al 2010 sono molto più attenuati ma comunque fastidiosa. Fino a lunedì scorso che ho preso un monuril e sono stata bene poi oggi , boom, il fastidio è tornato di nuovo! Mi chiedevo ma si può rifare la cura con urovaxom di nuovo? Non voglio rientrare nel loop delle cistiti STAVO TANTO BENE! Non voglio ripassare quello che ho passato e adesso è già una settimana che ci risto dietro ! Aiuto!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice ,

se ripetere o meno una terapia specifica e mirata solo il suo urologo di fiducia può darle, dopo attenta valutazione clinica diretta, questa indicazione.

Noi le possiamo ricordare che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, possono essere utili anche alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.
Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com