Utente 500XXX
Buongiorno , ho 32 anni e per la prima volta domenica ho avuto una colica renale. Mi sono recato al PS in nottata e mi è stata fatta una veloce ecografia e somministrato due antidolorifici (toradol r tramadolo) via e.v. Sono stato dimesso senza alcuna prescrizione particolare, solo l'assunzione di un generico antidolorifico al bisogno.
La notte tra domenica e lunedì passa con continui dolori acuti, tanto che al mattino mi ripresento al PS , vengo nuovamente visitato è mi viene somministrato toradol sublinguale . Faccio una eco specifica, e si evince la presenza di qualche spots iperecogeno bilaterale, ma nessun calcolo
Vengo dimesso con terapia di toradol al bisogno e tansulosina per 14gg
Dal lunedì pomeriggio , ad oggi, sto continuando ad avere coliche continue, anche l'effetto del toradol non pare sufficiente a placare il dolore, tanto che il curante mi ha consigliato l'assunzione di oki a mezz'ora di distanza dal toradol. Vorrei capire se la terapia é corretta, perché non posso continuare l'assunzione di toradol ad ogni 6 ore , . Può essere utile una visita specifica dall'urologo per escludere altre complicanze non visualizzate in PS?
Inoltre non capisco se bere tanto, poco, cosa e quando. Purtroppo la quantità di urina emessa è molto blanda in questi giorniz sarà per il caldo o per l'idratazione non sufficiente. Mi hanno detto al PS di bere solo al bisogno contrariamente a quanto si pensi.

Attendo vs consulto e ringrazio per il tempo dedicato
Marco

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

generalmente in queste situazioni cliniche si consiglia, se non ci sono altri particolari problemi di salute in generale, di tenere una buona idratazione.

Risentite ora il vostro urologo di fiducia e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 500XXX

Grazie dottore per la risposta .
Ma secondo lei è normale che a distanza di 3 giorni io abbia continui attacchi di coliche senza alcun miglioramento, nonostante la cura farmacologica (antidolorifico più tamsulosina)?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Può succedere; risenta eventualmente in diretta sempre il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com